Riprende il progetto “Sant’Angelo, il paese delle fiabe”

L’arte è letteralmente scesa in strada a Sant’Angelo di Roccalvecce.

Dopo una breve pausa invernale riprende il progetto “Sant’Angelo, il paese delle fiabe” a cura dell’associazione culturale Acas, con murales e installazioni dedicate alla fiaba e al fantastico disseminate lungo le vie e le stradine del piccolo borgo.

Dopo “Alice” e “Il piccolo principe” sarà la volta di un murale di Tina Loiodice (la street artist romana dipingerà una grande parete raffigurante le fate di Avalon) e dell’installazione di Daniela Lai, artista e ceramista viterbese.

L’opera della Lai, “La fiaba del passato”, ispirata da una foto degli anni Cinquanta che ritrae bambini e abitanti assieme allo storico parroco del paese, sarà caratterizzata da toni nostalgici filtrati da una gioiosa sensibilità naif. L’opera è risultata la più votata dal pubblico alla recente mostra tenuta al museo della Ceramica di Viterbo.

Un altro passo, questo, verso la creazione di un itinerario spirituale e artistico lungo le vie di Sant’Angelo che divertirà e incuriosirà i piccoli appassionando, sulle onde del ricordo, tutti gli adulti.

Associazione Acas

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI