Lutz Seller presenta il suo ultimo romanzo: Kruso

seller

Martedì 19 maggio alle 11.00 presso l’aula magna del Dipartimento di studi linguistico-letterari, storico-filosofici e giuridici (DISTU), l’Università della Tuscia ospiterà Lutz Seiler,  uno dei maggiori autori tedeschi contemporanei. Nel corso della conferenza, dal titolo  “Isole letterarie – KRUSO: il romanzo che “ridà vita alla letteratura tedesca”, lo scrittore  parlerà della sua ultima opera, il romanzo Kruso, in relazione alla sua impostazione poetica e poetologica e ai suoi modelli letterari. Nel corso della giornata dialogherà delle sue opere con le docenti  Paola Del Zoppo, Hartmut Burggrabe e Ornella Discacciati. Tra gli ospiti Hartmut Burggrabe, responsabile dell’ufficio culturale Goethe Institut.

KRUSO è stato definito dalla critica ”il primo degno equivalente della Montagna Incantata di Thomas Mann” (Der Spiegel). Il prof. Marino Freschi ha scritto di recente che si tratta del romanzo che finalmente dà nuova luce alla letteratura tedesca.

Kruso è un romanzo d’avventura, un Bildungsroman e un’opera aperta, ed è il primo romanzo in cui la “Svolta” è un pretesto per nutrire le infinite possibilità creative dell’immaginazione, in un inno alla poesia.

Trama e caratteristiche: E’ il 1989, le due Germanie sono ancora divise. Ed, studente di letteratura a Halle, ha perso la sua ragazza in un incidente. Dopo alcuni mesi passati a seppellire il dolore sotto “scorte” di versi imparati a memoria, decide di “saltare giù”: riordina con cura la sua stanza e parte per raggiungere Hiddensee, quell’isola leggendaria del Mar Baltico – il mare dell’Est – che, si dice, è fuori dal tempo. E qui cominciano tante avventure.

Lutz Seiler è nato nel 1963 a Gera, un paesino della Germania Est ormai scomparso.  Poeta attento e innovativo, è uno dei maggiori scrittori della Germania contemporanea, autore di eccezionali essays, intense raccolte poetiche (un’antologia delle quali è tradotta e pubblicata in Italia da Del Vecchio Editore, con il titolo La domenica pensavo a Dio), e di un volume di racconti, anch’esso uscito in Italia con il titolo Il peso del tempo, premiato dalla critica tedesca con il PREMIO FONTANE e il DEUTSCHER ERZÄHLERPREIS, il premio per i narratori tedeschi. Insignito di numerosi riconoscimenti per le sue opere sia narrative che poetiche, con Kruso ha ottenuto il PREMIO UWE JOHNSON e il DEUTSCHER BUCHPREIS.

E’ considerato uno dei maggiori scrittori tedeschi degli ultimi 15 anni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI