La Viterbese perde l’imbattibilità interna, ma vola comunque in semifinale

Viterbese (4-3-1-2): Pini, Perocchi, Fè, Selvatico, Pomante, Dierna, Mbaye Babacar (dal 55° Addessi), Nuvoli (dal 68° Invernizzi), Vegnaduzzo (dal 55° Bernardo), Belcastro, De Sena. In panchina: Micheli, Ansini, Pacciardi, Scardala, Dalmazzi, Addessi, Santeramo, Bernardo, Invernizzi. Allenatore: Federico Nofri.
Virtus Francavilla (4-3-3): Albertazzi, Bartoli (dal 75° Pino), Turi, Risolo, Taurino, Gallu, Liberio, Biason (dal dal 72° Tundo), Masini, Galdean, Montaldi (dall’82° Mignogna). In panchina: Iurlo, Pino, Tundo, Scialpi, Rotunno, Krasniqi, Mignogna, Picci, De Giorgi. Allenatore: Antonio Calabro.
Arbitro: Francesco Raciti di Acireale.
Reti: 19° Masini (VF), 54° Galdean(VF), 59° Dierna (VT), 65° Montaldi (VF), 84° De Sena (VT).

La Viterbese saluta il proprio pubblico per questa stagione con una innocua sconfitta, forte comunque della promozione in serie C e della conquista anticipata delle semifinali della Puole scudetto della serie D, ottenuta grazie al buon piazzamento conseguito nella classifica di Coppa Disciplina. In pratica, la partita giocata oggi allo stadio Rocchi era ininfluente ai fini della graduatoria del girone 3, ma gli uomini di Nofri sono scesi in campo con il chiaro intento di mantenere l’imbattibilità interna che detenevano dallo scorso settembre. Obiettivo fallito, perché i gialloblù si sono arresi al Francavilla, perdendo per 2-3, al termine di una gara vibrante e combattuta.
La partita comincia e subito i padroni di casa si portano in avanti, procurandosi al 7° minuto la prima occasione da goal con Belcastro, che si ritrova solo in area e dopo una serie di rimpalli intercetta la palla, ma non centra lo specchio della porta e manda di poco fuori. Al 13° minuto ci riprova Perocchi, che dalla fascia destra salta un avversario, entra in area di rigore e tira, ma la traiettoria non è precisa e finisce sul fondo. Al 16° minuto si fa coraggio il Francavilla, che con Montaldi tenta di sorprendere Pini, ma il giocatore calcia alto sopra la traversa. Al 19° minuto sono sempre gli ospiti a manovrare in attacco con Biason che serve Masini, il quale con un colpo di tacco insacca la palla in rete e sigla lo 0 a 1. Al 31° è ancora il Francavilla a impensierire la difesa gialloblù, con il solito Biason che smarca Risolo in area, il quale impegna Pini in una provvidenziale deviazione in corner. Al 34° minuto si fa rivedere la Viterbese, che sfiora il goal con un colpo di testa di De Sena, ma il portiere pugliese blocca con sicurezza la sfera. Qualche protesta da parte dei giocatori di casa per la sospetta parata di Albertazzi dentro la linea di porta, ma l’arbitro lascia proseguire il gioco. Al 36° minuto Dierna ruba la palla a un difensore e viene atterrao in area da Montaldi. Il direttore di gara non ha dubbi: decreta il calcio di rigore per i gialloblù e ammonisce il giocatore ospite. Vegnaduzzo si sistema sul dischetto, ma Albertazzi intuisce tutto, respinge e l’argentino manda altissima la palla sulla ribattuta. Il primo tempo si chiude con il Francavilla che colpisce in pieno una traversa con Galdean e la Viterbese che cerca con insistenza il pareggio.
Alla ripresa, i padroni di casa prendono immediatamente l’iniziativa e si rendono pericolosi con Vegnaduzzo, ma la difesa pugliese spazza via la palla. Al 50° minuto è sempre l’attaccante argentino a sfiorare la rete con un colpo di testa, ma la sfera finisce fuori di pochissimo. Esattamente come nel primo tempo, proprio quando la Viterbese stava dando l’impressione di poter raddrizzare l’incontro viene beffata dagli avversari, che con Galdean realizzano il secondo goal dalla lunghissima distanza, portando il punteggio sullo 0 a 2. La reazione dei gialloblù è tempestiva e si concretizza al 59° con una rete di Dierna, che approfitta di una respinta di Albertazzi su tiro di De Sena, firmando l’1 a 2. Dura poco l’illusione dei padroni di casa di riaprire il match, perché al 65° Galdean dalla fascia destra crossa per Montaldi, che mira all’incrocio dei pali e batte Pini, ripristinando il gap sull’1 a 3. La Viterbese non molla e all’84° trova la rete del 2 a 3 con un colpo di testa di De Sena, imbeccato da un cross di Perocchi. Nei minuti finali i gialloblù cercano in tutto i modi di acciuffare il pareggio, ma il Francavilla si deifende bene e riesce a chiudere in vantaggio l’incontro, strappando in extremis l’imbattibilità casalinga al team allenato da Federico Nofri. Poco male, comunque, per la Viterbese che andrà lo stesso in semifinale il 3 giugno insieme a Gubbio, Bellinzago e Piacenza e già domani conoscerà la rivale di turno e il campo in cui si disputerà la gara.

(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI