Viterbo nel mondo con la musica di Simone Vallerotonda

C’è Viterbo sullo sfondo alle sonate di Simone Vallerotonda, liutista romano di fama internazionale.

 

Simone Vallerotonda, liutista romano presente da alcuni anni nel panorama internazionale della musica antica e considerato ad oggi, in questo ambito, uno dei Solisti italiani più rappresentativi, regolarmente ospite di importanti Festival ed Istituzioni concertistiche, in Italia e all’estero, sia in qualità di solista, sia di continuista.

In riferimento all’attività svolta su territorio nazionale, da sottolineare anche le sue avviate collaborazioni con il CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica) e con la Fondazione Gioventù Musicale Italiana. Inoltre, di particolare significato gli eventi realizzati presso gli Istituti Italiani di Cultura di Belgrado, Sydney, Dublino.

Nel 2014 Simone Vallerotonda fonda “I Bassifondi”, ensemble con cui propone il repertorio per Chitarra, Tiorba e Liuto del ‘600 e ‘700 con il basso continuo.

Ha registrato per importanti emittenti radio e televisive quali: RAI, BBC, Mezzo, France Musique, Radio4, Arte, Polskie Radio, Kulturradio, RSI, Radio Classica, Radio Vaticana,

ABC RN e ha inciso per Naïve, Sony, Erato, EMI, Decca, Amadeus, Brilliant, Aparthé, E Lucevan Le Stelle Records, Arcana Outhere Music.
Dopo il grande successo di critica e di pubblico ottenuto con il disco solistico “Dans la nuit”, per tiorba e chitarra barocca, pubblicato da E Lucevan Le Stelle Records nel maggio 2013, esattamente a tre anni di distanza Simone Vallerotonda propone il suo nuovo album: L’ultimo romano
Giovanni Zamboni romano

Sonate d’intavolatura di leuto, Lucca 1718 Simone Vallerotonda, Arciliuto ARCANA Outhere Music
Disponibile dal 10 giugno 2016

Ed è proprio la città di Viterbo che ha ospitato la registrazione dell’importante progetto discografico, avvenuta dal 18 al 23 gennaio 2016 presso la straordinaria sede di Palazzo dei Papi. Simone Vallerotonda desidera allora ringraziare dal profondo del cuore la città Papale e tutti coloro che, in questo ambito, hanno appoggiato la realizzazione di un suo antico sogno. A cominciare dal geometra Giorgio Foschi il quale, poco prima di lasciarci, per primo aveva immaginato il luogo più adeguato in cui la bellezza della musica di Giovanni Zamboni avrebbe potuto risuonare; la Diocesi di Viterbo per aver reso possibile la concretizzazione di questa idea; il Presidente Dott. Mario Brutti e lo Staff della Fondazione Carivit per l’organizzazione del concerto a conclusione dei lavori di registrazione; Il Labirinto, ristorante / pizzeria che generosamente ha assistito musicista e tecnici nell’intero periodo. E poi il numeroso, sincero pubblico viterbese, dimostratosi ancora una volta sensibile, attento e sempre profondamente vicino al repertorio barocco.

Nel video sopra indicato, Simone Vallerotonda raggiunge Palazzo Papale, raccontando importanti dettagli sulla musica di Giovanni Zamboni; una volta varcate le soglie, i lavori di registrazione possono ùfinalmente iniziare, ed è subito magia.
Si tratta di un video promo, girato da Damiano Rosa e montato da Enrico Moriconi.
Un video che accompagnerà l’album “L’ultimo romano” in tutto il suo lungo percorso promozionale. Da ogni parte del mondo gli appassionati della musica barocca (ed oltre) stanno ora dimostrando un grande interesse, pronti ed uniti nell’acclamare alla straordinaria Bellezza di questo “unicum” artistico.

Con grande gioia ed onore registriamo un simile successo.
In un momento delicato e difficile, data la momentanea cancellazione di una storica manifestazione internazionale quale il Festival Barocco rappresentava, è con la musica di Simone Vallerotonda che il Palazzo dei Papi e la città di Viterbo possono ancora una volta proporsi al mondo.

www .simonevallerotonda.com

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI