A Tuscania un Simposio Internazionale sulla Medicina Rigenerativa

Giovedì 5 e venerdì 6 ottobre si terrà a Tuscania presso la Sala S. Croce – piazza F. Basile – il Simposio Internazionale “The Future of Regenerative Medicine”, organizzato dal CIMER (Centro Interdipartimentale di Medicina Rigenerativa) dell’Università di Roma Tor Vergata in collaborazione con il St. Boniface Hospital Albrechtsen Research Centre di Winnipeg e l’International Stem Cells and Tissue Engineering Network. E’ la medicina del futuro.
Questo tavolo di discussione è stato fortemente voluto dal Comitato Organizzativo – composto da Paolo Di Nardo, Mauro Casalboni, Sanjiv Dhingra, Grant Pierce, Lorrie Kirshenbaum, Pawan Singal, Igor Reshetov, M. Letizia Terranova, Cosimo Tudisco – con lo scopo di far incontrare studiosi e attività industriali provenienti da ogni parte del mondo, offrendo così una inestimabile opportunità per discutere le questioni relative alla Medicina Rigenerativa sia sul piano scientifico che su quello tecnologico.
Le malattie degenerative (cardiovascolari, diabete, cancro, ecc.), cioè non-trasmissibili, sono infatti in progressiva espansione, in tutte le regioni del pianeta e non solo nei Paesi più avanzati. Fra le molte cause, di particolare importanza sono l’estensione della longevità e la progressiva industrializzazione che hanno portato al repentino sovvertimento di stili di vita consolidatisi evolutivamente nell’arco di secoli. La conseguenza ultima di tale processo è che le patologie degenerative interessano ormai milioni di individui da cui proviene una forte domanda di cure ad alto grado di efficacia e sofisticazione, e quindi ad alto costo (si stima, ad esempio, che il costo globale per le sole malattie degenerative cardiovascolari sia attualmente circa 700 miliardi di dollari e che sarà 1000 miliardi di dollari nel 2025).
È quindi necessario elaborare strategie altamente innovative sia nell’organizzazione dell’intervento sanitario che per lo sviluppo di tecnologie efficaci ma dotate di un vantaggioso rapporto costo/beneficio. A tale riguardo, un ruolo importante nei trattamenti delle malattie degenerative del futuro prossimo sarà svolto dalle terapie basate sulla somministrazione di cellule vive (staminali e non-staminali) o tessuti biologici fabbricati in laboratorio e quindi impiantati per sostituire le aree danneggiate degli organi. I tessuti biologici fabbricati in laboratorio utilizzando cellule umane saranno di estrema utilità anche per sviluppare farmaci altamente innovativi.
Queste prospettive hanno suscitato molto entusiasmo negli ultimi anni, ma le tecnologie necessarie per una loro piena e sicura applicazione in ambito clinico necessitano di un ulteriore tempo di maturazione e quindi di consistenti investimenti in R&D. In considerazione di questi scenari, l’Università di Roma Tor Vergata ha deciso di realizzare un Centro di Medicina Rigenerativa (CIMER) al fine di riunire “in un solo corpo” competenze e laboratori direttamente o indirettamente coinvolti nella ricerca specifica del settore.
Il CIMER – i cui membri sono anche esperti operanti in enti esterni, incluse le industrie, interessati a condividere conoscenze e capacità tecniche oltre che a partecipare allo sviluppo di nuove tecnologie – ha già avviato contatti con altri ricercatori e laboratori nazionali e, soprattutto, internazionali. Ad oggi, accordi per la realizzazione di laboratori congiunti coordinati dal CIMER sono già stati definiti con Istituti di Ricerca in Canada, USA, Russia e India.
Il Centro è aperto alla collaborazione di chimici, fisici, ingegneri, esperti in materiali, biochimici, biologi molecolari e cellulari, farmacologi, nonché clinici il cui compito sarà quello di affrontare con visione unitaria progetti ad alta complessità nel campo dei biomateriali di nuova concezione, della ottimizzazione del comportamento cellulare in presenza di biomateriali, dell’innesto di tessuti biologici fabbricati ex-vivo, del drug discovery and delivery mediante biomateriali e tessuti artificiali, dei trials clinici di interesse.
Il CIMER sarà anche sede di Programmi di Formazione (Dottorati e Master) di elevato profilo qualitativo che coinvolgeranno i Membri nazionali ed internazionali e i loro laboratori.
Per info: www.cimerlab.org

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI