Sogni di Cambogia: piccoli artisti in una mostra-aperitivo

Il Caffe letterario di Viterbo in collaborazione con il Ciai (Centro Italiano Aiuti all’Infanzia) ospita il progetto di fotografia sociale. La mostra fotografica è nata da un progetto di Vicsia Portel e Emanuela Vincenti dal titolo “Sogni di Cambogia”.
Gli scatti ripercorrono le aspirazioni dei bambini della School of arts di Siem Reap, nato per la salvaguardia del patrimonio artistico di questo paese.
Sogni di Cambogia” di Emanuela Vincenti e Vicsia Portel, sabato 25 marzo alle 18:30 presso la propria sede in via Garbini 59, Viterbo. L’incontro si conclude con un aperitivo www.tlaitnoassociation.org
http://www.ciai.it/appuntamenti/roma-mostra-fotografica-sogni-di-cambogia/

Emanuela e Vicsia hanno visitato la Cambogia tre anni fa: quella stupenda dei templi di Angkor, capolavoro assoluto dell’architettura Khmer, dichiarati patrimonio dell’Unesco nel 1992. Quello che sorge attorno alla città di Siem Reap non è, però, solo uno dei più vasti siti religiosi al mondo che ben incarna quel concetto di “patrimonio dell’umanità” da conservare e tramandare: sorge anche là dove la furia devastatrice di Pol Pot e dei suoi seguaci ha falcidiato un’intera generazione: di uomini e donne che furono anche artisti e insegnanti. Quelli che hanno privato, con la loro assenza, molti bambini di un futuro che non fosse quello già scritto di contadini o, peggio, di baby prostitute.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI