Scraps: la mostra di Toni Arch alla Bottega delle Arti a Viterbo

Una mostra di pittura alla Bottega delle Arti al quartiere medioevale di San Pellegrino che inizia sabato 23 aprile con l’incontro con l’autore, e va avanti sino al 1 maggio.
Libertà e rigore sono gli assi lungo i quali si muove e che definiscono il fare di Toni Arch, rivendicando una moralità dell’artista fatta di conoscenza: dei materiali, e della tecnica e della sapienza concettuale e manuale che gli viene dal suo lungo percorrere il campo della comunicazione visiva, da Goethe ad Albers, ad Arnheim, ad Albrecht, a Matthaei, dal cinema al teatro al laboratorio sperimentale, dell’arte concreta fino alla definizione di una cifra espressiva assolutamente riconoscibile.
SCRAPS è un termine – non puramente lessicale, ma piuttosto metaforico di una condizione dell’esistere prima ancora del “fare arte” – tra i quali si situa il prendere parte e misurarsi dell’artista nel gioco sottile che corre lungo una delle linee maestre della ricerca contemporanea.
Il nodo fondante del lavoro di Ton Arch è la qualità della materia cromatica, i colori primari, il giallo, il rosso, il blu (la tricromia di Goethe e poi il “rosso carminio, giallo cadmio, blu cobalto” di Albers” tra i quali, a partire dai contrasti dei complementari, si stabiliscono nessi e si derivano valori e valenze semantiche, con il processo generativo e indefinito, che va dal semplice al complesso, dall’unifico al polisemico.Ingresso libero.Per info 3396788553 alfredo.giacomini@gmail.com

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI