“Racconta la tua infanzia”, il libro di Maria Teresa Muratore in cui ritrovarsi

Maria Teresa Muratore viterbese, poetessa scrittrice,trasporta in questa sua ultima opera oltre alla sua sfera affettiva il retaggio poetico. La dedica ne è rivelatrice.
“Ai miei genitori che mi hanno regalato un’infanzia felice. Alle mie sorelle che ne hanno fatto parte”.
[…Mi chiamo Maria Teresa Muratore, come la mia nonna materna, della quale ho solo una foto, e dalla quale a giudicare dal cappello che indossa, devo aver ereditato l’amore per i cappelli, Teresa come la sorella di papa dalla quale ho preso il naso all’insù e la gioia di vivere.Di cognome faccio Muratore come mio padre che era un artista..]
E’ l’inizio del libro scorrevole e delicato dell’artista le cui ambientazione riportano ai luoghi del suo vissuto nella Tuscia, Gallese terra di origine paterna, Viterbo con gli scorci e le angolature che hanno segnato una crescita di cui sono fissati in modo indelebile i ricordi intensi. Un’infanzia tradizionale nella quale ruoli e valori camminavano a piè pari, la stessa che oggi le nuove generazioni di trentenni stanno cercando di restituire ai propri figli. Un racconto pieno di autenticità, di ricordi snocciolati con naturalezza, come in un una conversazione tra amici, in cui i dettagli rievocati si avvicendano ad altri particolari fino a riconsegnare un quadro molto personale, nel quale però in molti potranno vedersi riflessi. Un libro senz’altro piacevole che si legge velocemente ma che induce ad una riflessione lenta tutta da sorbire. “Racconta la tua infanzia” è acquistabile con un click in formato kindle per soli euro 2,99 su www.amazon.it/dp/B0746QLXR1 edito da Lupi Editore.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI