Nepi, gare e assaggi con pecorino e cipolla

Formaggi

Dal 9 al 10 maggio per due giorni gli amanti della buona tavola avranno davvero l’imbarazzo della scelta a partire ovviamente dal Pecorino Romano Dop, un prodotto che piega nella categoria dei formaggi cotti, ovvero quei formaggi che subiscono la cagliata fino alla temperatura di 45-46 gradi; dal sapore dolce e aromatico oppure piccante e deciso a seconda della stagionatura, è una delizia sia da grattugiare che da servire in tavola, magari insieme alle fave fresche. Nepi è conosciuta anche come “la città dei cipollari” i visitatori dovranno assolutamente assaggiare la pizza con cipolla nepesina, piatta e non tonda, e ancora al salame cotto, un’altra rarità gustosa e ricercata inventata agli inizi del 900′ da un norcino locale; senza dimenticare la scapicollata, una particolare pancetta stagionata e insaporita con aromi naturali, e ancora le migliori specialità della zona come il miele, le confetture, il vino e l’olio.
Il ricco programma nepesino prevede, sabato 9 maggio, il concorso di dolci a base di ricotta romana, lo spettacolo di magia e “trucca bambini” e lo spettacolo musicale con le “Chiavi di Sol”; il giorno successivo sono invece in programma l’escursione “Forre e Formaggio”, itinerario guidato lungo i sentieri naturalistici di Nepi, la mostra micologica “Primavera 2015”, la prima edizione di “Tradional Chef” – una gara gastronomica a base di prodotti tipici della Tuscia – e lo spettacolo degli “Ous Side Big Band”.
Tra torrenti e fonti di acque minerali e solforose, Nepi offre moltissime possibilità a chiunque voglia trascorrere un fine settimana tra natura, storia e buona tavola. Immersa in una natura incontaminata, la cittadina custodisce gelosamente dei veri e propri gioielli come la Rocca dei Borgia, dove soggiornò Lucrezia, l’acquedotto Settecentesco, il Duomo e la piazza comunale con l’omonimo palazzo progettato da Antonio da Sangallo il Giovane ed abbellita da una fontana del Bernini

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI