Moscatelli: “Giulia Farnese. Femina, mater et domina”

Giovedì 22 dicembre alle 17.30 l’Ufficio Turistico di Viterbo propone nello Spazio Pensilina in Piazza Martiri d’Ungheria la presentazione del libro “Giulia Farnese, femina mater e domina”, edito da Annulli Editori. La presentazione sarà a cura della studiosa farnesiana FELICITA MENGHINI DI BIAGIO. Giulia Farnese una delle donne più affascinanti e ammirate del Rinascimento italiano, tanto da essere passata alla storia con l’appellativo, attribuitole dai suoi contemporanei, di “Giulia La Bella”, l’esistenza di Giulia Farnese non girò unicamente intorno alla sua bellezza e a quello che riuscì a ottenere (o a perdere) attraverso di essa.La vicenda storica di Giulia Farnese, donna ammiratissima e quasi venerata per la sua irraggiungibile bellezza, è legata alla memoria di tre papi: Bonifacio VIII, di cui fu pronipote; Paolo III, di cui fu sorella e Alessandro VI Borgia, suo amante.
Nel libro, l’autore allarga lo sguardo oltre le facili categorizzazioni facendo rivivere, anche attraverso l’aiuto di elementi di pura narrazione che rendono il libro estremamente godibile, le tre vite di Giulia: la “femina” da tutti desiderata e venerata, che teneva in pugno la volontà del papa adoperandosi per l’ascesa sociale della famiglia; la “mater” dell’unica figlia Laura, alla cui felicità e affermazione sociale dedicò buona parte della sua esistenza; e infine la “domina”, signora e sovrana del suo piccolo feudo di Carbognano, ove si ritirò per concludere la vita lontana dalla mondanità che aveva caratterizzato la sua giovinezza.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI