Comunità Sant’Egidio: pranzo di Natale a Mammagialla

 Domenica 18 dicembre 2016 nella sala teatro del carcere di Mammagialla, un gruppo di circa 60 detenuti  festeggeranno il Natale, in compagnia di alcuni assistenti volontari nonché di alcune Autorità del territorio con un pranzo a base di lasagne fumanti, pollo e patate al forno, panettoni e musica.

Saranno presenti Sua Eccellenza il Prefetto di Viterbo, il Garante Regionale dei detenuti, i rappresentanti delle Istituzioni locali, della Croce Rossa Italiana, della Fondazione Carivit, con i quali -da anni -la Direzione del Carcere intrattiene proficui rapporti di collaborazione.

E’ un segnale importante di cittadinanza e di inclusione, a seguito dell’anno santo del Giubileo della Misericordia, ma non solo… il pranzo è stato reso possibile grazie all’impegno e all’entusiasmo degli operatori della Comunità di Sant’Egidio in collaborazione, con la Direzione e tutte le realtà che operano all’interno dell’Istituto.

L’evento di questa domenica che precede il Natale, corona l’impegno di Sant’Egidio che, durante l’anno, ha assicurato una presenza con costanti colloqui con i detenuti ed ha organizzato le distribuzioni di generi di vestiario e di igiene personale alle persone detenute più povere e prive di risorse, nonché incontri di preghiera con i cristiani e i musulmani: questi interventi hanno avuto ed hanno lo scopo di non far sentire “ultimi” i detenuti ristretti presso la Casa Circondariale di Viterbo.

Il pranzo sarà un momento di incontro senza precedenti, per i molti detenuti, più poveri, perché privi di risorse economiche e di riferimenti familiari: saranno proprio loro gli ospiti d’onore!

Alla realizzazione del primo pranzo di Natale collaborano i volontari del GAVAC e della Caritas, con l’auspicio che sia il primo di una lunga serie nei prossimi anni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI