Al via le Feste del Vino: 150 appuntamenti animano la Tuscia

Dal 24 luglio al 17 agosto si celebrano il vino e le tipicità della provincia di Viterbo a Lubriano, Civitella d’Agliano, Tarquinia, Gradoli, Montefiascone, Castiglione in Teverina, Marta, Vignanello e Acquapendente.
Alla presentazione in Camera di Commercio delle Feste del Vino della Tuscia sono intervenuti i rappresentanti dell’Enoteca provinciale Tuscia, dei Comuni e delle Pro loco, i quali hanno illustrato gli eventi in programma
Si è alzato il sipario sulle Feste che caratterizzano ad onor di Bacco l’estate viterbese. Nove i Comuni che a partire dal 24 luglio e fino al 17 agosto proporranno complessivamente oltre 150 appuntamenti dedicati all’enogastronomia e non solo.
Protagonisti anche quest’anno i borghi medievali di Lubriano (24-26,31 luglio), Civitella d’Agliano (24-26 luglio), Tarquinia (31 luglio-1-2 agosto), Gradoli (31 luglio, 1-2,7-9 agosto), Montefiascone (1-16 agosto), Castiglione in Teverina (5-9 agosto), Vignanello (10-15 agosto) e Acquapendente (15-17 agosto), ai quali si aggiunge il nuovo ingresso di Marta con la Festa della Cannaiola (8-9 agosto).
La manifestazione, giunta alla quattordicesima edizione ,è promossa dalla Camera di Commercio di Viterbo con il patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Arsial, Ass. Città del Vino ed Enoteca provinciale della Tuscia.
Una offerta ampia si presenta a turisti e cittadini durante le serate estive nella Tuscia: degustazioni di vini condotte da esperti sommelier e giornalisti specializzati; assaggi di prodotti tipici locali negli stand enogastronomici; visite alle numerose cantine e vigneti; esibizioni folcloristiche. In programma anche cene in piazza e nelle taverne, spettacoli musicali, eventi culturali e attività per bambini. Nulla è lasciato a caso.

“Le Feste del Vino della Tuscia – ha dichiararo Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – insieme a quelle della Castagna e dell’Olio offrono un ottimo veicolo promozionale del territorio che si sposa meravigliosamente con le altre tipicità locali, e quindi i prodotti del Marchio Tuscia Viterbese, e con l’accoglienza turistica a partire dalle strutture ricettive e tour operator di Tuscia Welcome. Ed è proprio in questo sistema a rete, che sta crescendo qualitativamente e si radica nei territori attraverso i Comuni, che possiamo far crescere l’attrattività delle nostre eccellenze”.

“Saremo vicini alle Feste del Vino – ha detto il presidente della Provincia Mauro Mazzola – perché rappresentano un patrimonio culturale del nostro territorio e svolgono un ruolo di primo piano nella promozione e nella valorizzazione della Tuscia. Nel limite delle nostre possibilità, daremo tutto il nostro sostegno. Ritengo inoltre importante legare queste manifestazioni all’educazione dei giovani nel bere correttamente e con moderazione, soprattutto quando parliamo di sicurezza stradale”.

Per informazioni e aggiornamenti: www.tusciawelcome.it – Facebook “Tuscia Welcome”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI