Successo per la presentazione del libro Mariano Buratti. Educatore, partigiano, medaglia d’oro al valor militare

Nella Sala Regia del Palazzo dei Priori a Viterbo grande successo venerdi 20 maggio scorso, per la presentazione del libro Mariano Buratti. Educatore, partigiano, medaglia d’oro al valor militare,

L’evento è stato organizzata dalla casa editrice Annulli in collaborazione con il Comitato provinciale dell’Anpi di Viterbo e la libreria dei Salici.

I lavori sono stati introdotti da Enrico Mezzetti presidente del Comitato provinciale dell’Anpi e dall’intervento del colonnello Andrea Pecorari, comandante provinciale della Guardia di finanza.

Hanno fatto seguito i commossi messaggi di saluto di Enzo e del regista Paolo Bianchini rispettivamente figlio e nipote di Mariano Buratti (Bassano Romano, 15 gennaio 1902 – Roma, 31 gennaio 1944).

Il testo presentato venerdì scorso è frutto del lavoro congiunto del professor Enrico Fuselli e del colonnello Gerardo Severino, direttore del Museo storico della Guardia di finanza di Roma. Il professor Fuselli, che nel corso della sua lunga attività ha pubblicato venticinque libri e oltre cento articoli di ricerca storica, ha raccontato come è nato e come si è sviluppato il loro lavoro di ricerca su una delle figure più importanti della Resistenza nel viterbese, non soltanto da un punto di vista storiografico ma anche evidenziando i tratti di grande umanità, sensibilità, intelligenza e  alto profilo morale di Mariano Buratti ( Bassano Romano, 15 gennaio 1902 – Roma, 31 gennaio 1944).

Si sono poi susseguiti una serie di interventi tra cui quello della professoressa Carla Pinti in rappresentanza della Preside Clara Vittori e di tutto il corpo docente del Liceo Classico di Viterbo intitolato proprio a Mariano Buratti. Grande commozione poi anche per l’intervento della professoressa Maria Teresa Ubertini che del Liceo Buratti è stata alunna, insegnante e da ultimo anche preside.

Hanno preso parte all’iniziativa anche il colonnello Andrea Antonazzo, comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Viterbo, il maggiore Rosario Masdea della Guardia di Finanza ed il sottotenente Francesco Foti, presidente della sezione Associazione nazionale finanzieri d’Italia – ANFI di Viterbo, a ricordare il servizio prestato da Mariano Buratti proprio nella Guardia di finanza. Da segnalare la presenza di tanti cittadini, di iscritti all’ANPI e di tanti giovani in particolare di quelli della neonata sezione Anpi studenti intitolata al professor Aldo Laterza che dell’eroe della Resistenza Mariano Buratti fu allievo.

L’iniziativa ha mostrato la grande attualità della figura di Mariano Buratti che scelse di combattere il nazi – fascismo impegnandosi nella lotta di Liberazione arrivando fino al sacrificio della propria vita. E’ anche nel ricordo di figure come quella di Mariano Buratti che bisogna impegnarsi sempre di più per la piena l’attuazione della Costituzione, per la libertà, per la democrazia e contro ogni discriminazione, intolleranza, violenza e contro ogni guerra che del fascismo sono  sempre espressione.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI