30.2 C
Viterbo
martedì, giugno 22, 2021

Raccontare per immagini: lo Storytelling fotografico nella Tuscia

Visitando un luogo, i più scattano qualche fotografia, che servirà a ricordare l’esperienza vissuta. Quasi mai, però, queste foto raccontano davvero un luogo: al più lo mostrano, o ne mostrano qualche dettaglio. Ben poca cosa, un ricordo sbiadito. E in genere queste foto, mostrate agli altri, sembreranno solo una labile parvenza di quanto visto.

Grazie all’esperienza ventennale del fotografo Marco Scataglini, che ha pubblicato oltre 200 reportages di viaggio sulle principali riviste italiane, oltre a diversi libri, e che attualmente si dedica appunto a progetti fotografici legati al territorio, i partecipanti al workshop potranno imparare le tecniche per iniziare a vedere e comprendere i luoghi, per fotografarli in modo efficace non pensando in termini di foto singola, ma di racconto fotografico, molto più efficace.

Visiteremo alcune località della Tuscia particolarmente adatte a fare esperienze “da raccontare”, le “analizzeremo” e fotograferemo secondo le logiche dello Storytelling.

Non servono attrezzature costose o esoteriche, può bastare anche uno smartphone: qualsiasi cosa che sappia registrare fotografie può andare bene, perché l’attenzione non è sulle attrezzature ma sul fotografo.

26 maggio – Capodimonte e Marta
Il lago di Bolsena è il più grande lago vulcanico d’Europa, e una delle perle della Tuscia. Cammineremo lungo un tratto di costa solitario e appartato che unisce il borgo dei pescatori di Marta con Capodimonte, e vedremo in tal modo paesaggi incredibili e scopriremo alcuni dei misteri del lago, come le sue strade sommerse.

Il workshop verrà effettuato con un minimo di 4 partecipanti (numero massimo 10 persone).
Iscrizioni entro il 21 maggio,

Per maggiori informazioni (orario costi e luogo di ritrovo) scrivere una mail a: incoming.tusciainfabula@gmail.com
oppure contattare: Cell. Claudia 335.8410727 – Marco 335.367139​

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

26 Mag 2018

Luogo

Viterbo
Viterbo
Categoria