Villa Buon Respiro e I suoi Cavalieri “speciali” a Piazza di Siena

Fino al 29 maggio 2016 a Roma, sullo storico palcoscenico di Villa Borghese è in corso l’84° edizione Piazza di Siena, la solenne kermesse che ospita il gotha dell’equitazione mondiale. Immancabile la partecipazione del Centro di Riabilitazione Equestre di Villa Buon Respiro, fiore all’occhiello della riabilitazione mediante ippoterapia e onoterapia.
La struttura è presente con il progetto “Cavalcando la solidarietà” percorso ludico-didattico dedicato ai più giovani e volto alla valorizzazione di valori come l’integrazione, il rispetto dell’altro e dell’ambiente, al termine del quale tutti i bambini interessati potranno effettuare il “Battesimo della sella”.
A chiudere in bellezza la cinque giorni sarà l’ormai irrinunciabile spettacolo del Carosello di Villa Buon Respiro, esibizione dall’alto valore simbolico e sociale: domenica 29 maggio alle ore 19.00, immediatamente prima del Carosello del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo, ragazzi disabili e normodotati uniti dalla stessa passione metteranno in scena l’incanto della parità nel suggestivo ovale di Villa Borghese.
Tra campioni e giovani amazzoni, anche i ragazzi di Villa Buon Respiro, come ogni anno, con grazia e precisione, susciteranno i meritati e calorosi applausi dal folto parterre dell’ellisse di Piazza di Siena.
Un grande bagaglio di storia e solennità in cui il cavallo è mezzo di uguaglianza perché, come recita appunto il “mantra” che ogni giorno ispira le attività del centro equestre della struttura viterbese del San Raffaele SpA, «a cavallo siamo tutti uguali».
Villa Buon Respiro è specializzata in riabilitazione fisica, psichica e sensoriale per il recupero funzionale e sociale di pazienti di ogni età con gravi cerebrolesioni. L’attività di ippoterapia viene erogata a titolo gratuito ai pazienti in aggiunta alle terapie tradizionali e sotto il controllo ed il coordinamento di un’équipe medica. Nel polo, frequentato da circa 250 utenti, sono presenti quaranta cavalli di razza Avelignese, alcuni mini pony e sei asini utilizzati per l’onoterapia.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI