Vetralla. In scena Il Sindaco: tra cronaca e ironia

Il sindaco

Storie di immigrati e clandestini in un viaggio tra passato e presente. È questa la trama de “Il Sindaco” che sarà portata in scena dall’attore pugliese Angelo Tanzi domenica 1 marzo alle 18,00 presso il Giardino Segreto in Vicolo del Sole 11 a Vetralla.

Lo spettacolo, in bilico tra realtà e finzione, tra cronaca e allarme sociale, è ispirato ad un fatto accaduto a Badolato in Calabria. Gerardo è il primo cittadino del paese dove anni prima sbarcò una nave di clandestini ai quali il sindaco aveva dato asilo, ospitandoli nelle vecchie case del centro storico ormai abbandonato. Poi i profughi ad un certo punto hanno abbandonato il paese in cerca di fortuna e il sindaco, insieme ai suoi paesani, torna alla sua malinconica vita. Lo spettacolo nasce e finisce con il protagonista che dorme, metafora di un sogno forse impossibile da realizzare. Il risveglio infatti, inteso soprattutto come presa di coscienza, svelerà la realtà in tutta la sua ineluttabile condizione.

Il Sindaco racconta in lingua paesana i sentimenti di Gerardo frustrato dalla realtà sociale e personale. Angelo Tanzi, con la sua ironia e cadenza del sud, offrirà al pubblico uno spettacolo divertente ma anche profondamente umano, dimostrando che, alla fine, sensibilità e coscienza non possono combattere contro l’ottusità dilagante.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI