Salone del Gusto:la Tuscia brilla per bontà

Fino al 27 ottobre le eccellenze enogastronomiche della Tuscia sono in vetrina a Torino al Lingotto Fiere per il Salone del Gusto-Terra Madre 2014, la manifestazione internazionale di Slow Food giunta alla decima edizione che prevede la partecipazione di oltre 200mila visitatori,il 30% dei quali proveniente dall’estero, 910 espositori, 18 aree regionali italiane.Ben 45 i produttori del Lazio che espongono le loro bontà nell’area mercato, di cui 13, della Tuscia: Birrificio Itineris di Civita Castellana e Free Lions Brewery di Tuscania, con le proprie birre artigianali, Azienda Agricola Laura De Parri di Canino, Evolio Etrusco di Vetralla e Il Molino Sciuga di Montefiascone con gli oli extravergine di oliva, Consorzio Coniglio Verde Leprino di Vasanello con le carni fresche di coniglio, Fratelli Stefanoni e Coccia Sesto di Viterbo con carni suine e salumi tipici, Pasticceria CioccolateriaSantori di Castiglione in Teverina e Casantini di Viterbo con il cioccolato e i prodotti da forno tipici, Le Perle della Tuscia di Viterbo e Azienda Biologica Marco Camilli di Onano con patate e legumi e Pira Giovanni Maria di Ischia di castro con i formaggi. “Il Salone del Gusto di Torino – ha detto Francesco Monzillo, segretario generale dell’Ente camerale viterbese – è la vetrina legittima per risaltare le nostre produzioni, molte delle quali già sostenute da azioni di marketing come il Marchio Tuscia Viterbese e Piacere Etrusco”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI