Finale Touring “Lina Cavalieri, la donna più bella del mondo”.

Si conclude oggi l’ultimo appuntamento sulle figure femminili dei Pomeriggi Touring promossi dal gruppo consolare di Viterbo del Touring Club Italiano, in collaborazione con Fidapa e Fondazione Carivit, incontro il 25 maggio alle ore 17 con Bonafede Mancini sul tema “Lina Cavalieri, la donna più bella del mondo”. Sala Assemblee di Palazzo Brugiotti. Lina Cavalieri, il cui vero nome era Natalina Cavalieri nata a Viterbo, 25 dicembre 1874 – deceduta a Firenze, 8 febbraio 1944, è stata un soprano e attrice cinematografica italiana. A quindici anni debuttò in un teatro di Piazza Navona e del debutto vi è un ricordo scritto di suo pugno nel memoriale “Le Mie Verità”. La popolarità di canzonettista della Cavalieri fu in continua ascesa grazie alla sua bellissima voce, ma anche grazie alla sua notevole bellezza e ad un temperamento focoso. La Belle époque fu affascinata dalla sua bellezza e dalla sua grazia. Nonostante le sue origini modeste, aveva il portamento ed i modi della gran dama. Gabriele d’Annunzio le dedicò una copia del romanzo Il piacere (1899) definendola la massima testimonianza di Venere in Terra. Senz’altro una figura interessante che la maestria del relatore docente Mancini porterà a conoscenza del pubblico che interverrà riportando una parte di storia sconosciuta ai più della Venere più amata della Belle Epoque, di cui citiamo la seguente frase tratta da Le mie verità:
« Amo gli uomini come amo la vita, come amo la natura, ma penso che, nella maggioranza dei casi, questo compagno della nostra esistenza è assai inferiore a quel che crede o sente di valere. »

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI