La Viterbese vince a stento contro la Lupa Roma

Viterbese (4-4-2): Iannarilli, Cruciani, Dierna, Tortolano (dal 66° Falcone), Cuffa (dal 51° Doninelli), Cenciarelli, Jefferson (dal 73° Jallow), Neglia, Miceli, Varutti, Celiento. In panchina: Pini, Pacciardi, Falcone, Micheli, Jallow, Battista, Pandolfi, Cardore, Sandomenico, Doninelli. Allenatore: Claudio Mele (Dino Pagliari e Maurizio Tacchi squalificati per un turno).
Lupa Roma (4-1-3-2): Bremec, Rosato, Celli, Sfano’, La Camera (dal 74° Scicchitano), Garufi, Aloi (dall’80° Valotti), Baldassin, Da Silva (dal 56° Mastropietro), Mazzarini, Iadaresta. In panchina: Brunelli, Valotti, D’Agostino, Mastropietro, Scicchitano, Cafiero, Corvesi, Cavagna, Svidercoschi. Allenatore: David Di Michele.
Arbitro: Daniele De Remigis di Teramo.
Reti: 55° Dierna (V).

Nella ventiseiesima giornata di Lega Pro (girone A) la Viterbese è tornata a giocare davanti ai propri tifosi allo stadio Rocchi, dove è riuscita ad aggiudicarsi il derby contro la Lupa Roma, grazie un sofferto 1-0 siglato da Dierna in avvio di secondo tempo.
La partita inizia e i gialloblù scendono in campo con il freno a mano tirato, commettendo qualche leggerezza di troppo soprattutto in difesa. Cercano di approfittarne i romani, che sembrano giocare con maggiore aggressività e dinamismo, anche se durante i primi 40 minuti di gara non si registrano azioni degne di nota da entrambe le parti, con i due portieri quasi mai chiamati in causa. Al 41° minuto i padroni di casa si affacciano in avanti e provano a spiazzare Bremec dalla bandierina del calcio d’angolo. Batte Neglia in direzione del palo più vicino, Jefferson intercetta il passaggio e s’inventa un colpo di tacco, che però si stampa sulla traversa. Al 43° minuto, l’attaccante brasiliano ci riprova di testa, servito perfettamente da un cross di Celiento, ma la palla esce di un soffio. Sono gli unici sussulti di un primo tempo monotono, prima che l’arbitro mandi le due formazioni negli spogliatoi, senza concedere alcun minuto di recupero.
Alla ripresa, il tecnico gialloblù prova a dare maggiore consistenza a centrocampo, sostituendo Cuffa con Doninelli. Una mossa che si rivela subito azzeccata, perché al 55° minuto i padroni di casa riescono a sbloccare il risultato con Dierna, che insacca in rete una palla piovuta dal corner: 1-0. I giocatori della Lupa protestano per un sospetto fuorigioco del difensore, ma il direttore di gara convalida senza esitazioni il gol. Dopo il vantaggio, La Viterbese aumenta il ritmo e dimostra di tenere meglio a bada gli avversari, che comunque al 62° minuto tentano un blitz dalla lunga distanza con Mastropietro, che sferra un tiro potente ma non centra lo specchio della porta. Nei minuti finali, gli ospiti tentano il tutto per tutto per acciuffare il pareggio, ma le retrovie gialloblù resistono a denti stretti e tengono al sicuro il vantaggio fino al triplice fischio dell’arbitro, che decreta il termine dell’incontro. Una vittoria che lascia qualche perplessità per l’opaca performance esibita dal team allenato da mister Pagliari, che tuttavia conquista 3 punti essenziali per la classifica. Infatti con un tesoretto di 38 punti, la Viterbese balza al settimo posto, tenendo ben stretto l’obiettivo play-off. Ma all’orizzonte si prospetta una nuova sfida delicata per i gialloblù, in programma domenica prossima sul campo del Pontedera, lievitata a quota 28 in graduatoria dopo aver espugnato a sorpresa il campo della Lucchese per 0-1 e a caccia di punti utili per la salvezza.

(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI