La Viterbese pareggia con il Cynthia: appuntamento con la serie C rimandato

Viterbese (4-3-1-2): Pini, Pandolfi, Fè, Selvatico, Pomante, Scardala, Ansini (dal 46° Addessi), Cuffa (dal 57° Nuvoli), Invernizzi, Belcastro (dal 66° Neglia), Bernardo. In panchina: Mastropietro, Perocchi, Pacciardi, Dierna, Nuvoli, De Sena, Addessi, Boldrini, Neglia. Allenatore: Federico Nofri.
Cynthia (4-3-3): Scarsella, Mortaroli, Paloni (dall’85° Tell), Di Ventura, Scardola, Pucci, Bertoldi, Torri (dal 78° Menicucci) , Attili, Pace, Senesi (dall’87° Martena). In panchina: Tomarelli, Menicucci, Martena, Tell, Izzi, Cappelli. Allenatore: Romolo Santolamazza.
Arbitro: Gaetano Massara di Reggio Calabria.
Reti: 2° Bertoldi (rig), 4° Invernizzi , 15° Torri, 24° Bertoldi (rig), 34° Pomante, 41° Bernardo.

La 32ma giornata del girone G della serie D non sorride alla Viterbese, che allo stadio Enrico Rocchi ha soltanto pareggiato per 3 a 3 contro un Cynthia determinato a conquistare punti preziosi in chiave salvezza e abile a ottimizzare ogni occasione offerta dal campo. Per il team di mister Nofri quindi l’appuntamento con la serie C è rimandato a domenica prossima, in casa dell Astrea.
La partita inizia subito in salita per i padroni di casa, che al 2° minuto commettono una leggerezza in area, sugli sviluppi di un calcio di punizione, e l’arbitro assegna un calcio di rigore per i castellani. Bertoldi si avvicina al dischetto, prende la mira, calcia e segna lo 0 a 1. La reazione della Viterbese è immediata e parte dalle gambe di Belcastro, che al 4° minuto dal limite dell’area fa scoccare un tiro potente e angolato, respinto in un primo momento da Scarsella e poi corretto in porta da Invernizzi per l’1 a 1. I gialloblù spingono come forsennati alla ricerca del vantaggio, che blinderebbe il primo posto in classifica, ma il Cynthia si difende con carattere per cercare di raccogliere punti utili in ottica salvezza. Al 15° minuto gli ospiti si procurano un calcio di punizione sulla fascia destra, Di Ventura passa la palla a Torri, che da fuori area realizza l’1 a 2. Per i gialloblù si mette male, soprattutto perché al 24° Pomante atterra in area un giocatore e l’arbitro lo punisce con un secondo calcio di rigore. S’incarica della battuta ancora Bertoldi, che rimane freddo e non sbaglia, siglando l’1 a 3. La Viterbese sembra accusare il colpo e subisce l’intraprendenza degli avversari, che al 28° colpiscono persino un palo con il solito Bertoldi. Ma proprio quando il Cynthia dà l’impressione di poter prendere il sopravvento, i padroni di casa accorciano le distanze con Pomante, che approfittando di una mischia in area dopo un calcio di punizione, trasforma il 2 a 3. I ritmi di gara sono intensi, perché è evidente che nessuna delle due squadre vuole uscire sconfitta da questa sfida. Al 41° i padroni di casa acciuffano il pareggio con Bernardo, che riceve in area un passaggio di Invernizzi e di testa fissa il 3 a 3. Il primo tempo si chiude con una perfetta parità, che però va stretta a entrambe le formazioni, pronte a darsi battaglia nei restanti 45 minuti per centrare una vittoria cruciale per i rispettivi giochi di campionato. Alla ripresa il match è sempre infuocato, con veloci cambiamenti di fronte e qualche occasione da goal per parte. La Viterbese prova a spingere in avanti, ma non riesce seriamente a impensierire la difesa avversaria. Al 67° minuto Selvatico centra un palo, due minuti più tardi è Neglia a presentarsi davanti alla porta protetta da Scarsella, ma manda la palla fuori di pochissimo. Il Cynthia resta a guardare, chiuso nella propria area di rigore, mentre i gialloblù costruiscono numerose azioni che però non riescono a beffare la difesa avversaria. I padroni di casa chiudono il match in avanti alla ricerca del vantaggio, ma devono farsi bastare un deludente pareggio, che fa slittare di un altro turno la certezza matematica della promozione in serie C, in virtù della vittoria ottenuta oggi dal Grosseto sul Castiadas per 1 a 3. Infatti, a due turni dalla fine del campionato, il team allenato da mister Nofri ha un bottino di 70 punti in classifica, 5 in più dei toscani che domenica prossima ospitano il Flaminia Civita Castellana, mentre la Viterbese andrà a far visita all’Astrea, già condannata alla retrocessione.
(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI