FLeB: a Tuscania il primo Festival della letteratura breve

fleb tuscania

A Tuscania arriva la prima edizione di FLeB, il Festival della letteratura breve in programma dal 16 al 19 luglio. Cinque imperdibili appuntamenti che spaziano dal teatro alla musica, laboratori, spettacoli e presentazioni  animeranno le strade, gli anfiteatri, i giardini e le piazze di Tuscania.

Ad aprire la manifestazione, giovedì 16 luglio alle 21 in Piazza Francesco Basile, sarà Ascanio Celestini con “Storie e contro storie. Racconti d’estate”. L’eclettico Ascanio Celestini recupera alcuni racconti scritti negli anni per scriverne altri nuovi con un meccanismo simile alle storielle, dove qualcosa si inceppa, e il finale è imprevedibile e multiforme. Insieme ad Ascanio Celestini, sempre giovedì 16 luglio alle 21,00 in Piazza Francesco Basile, Alessandro Bergonzoni e Marino Sinibaldi presentano “Narrando l’inpoco (il tempo trasecoli!)”. Un incontro in cui titoli e affabulazioni saranno occasione per riflettere intorno alla brevità e alla vastità della parola, per restituire la complessità del reale. Alessandro Bergonzoni, prolifico e personalissimo autore e attore teatrale, ha al suo attivo 14 spettacoli, innumerevoli libri, trasmissioni radiofoniche e collaborazioni editoriali. Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio3. Nel 1999 ha ideato e poi condotto la trasmissioneFahrenheit. Presidente del Teatro di Roma, curatore di Libri Come. Festa del Libro e della Lettura. 

Venerdì 17 luglio in Piazza Francesco Basile alle 22.30 sarà la volta del Freestyle – Sfida tra ottave in rima e hip hop, una performance artistica con i poeti a braccio e rapper. Con Riondino e Piotta saranno presenti i poeti a braccio Ennio De Santis, Pietro Benedetti, Donato e Acutis e Giampiero Giamogante, Debbit from Mtv Spit, Strikki, Enrico Capuano e La Tammurriatarock.

Sabato 18 luglio alle 21 in Piazza Francesco Basile Lella Costa presenta La voce umana di Jean Cocteau. Lella Costa proverà a raccontare le pene d’amore della protagonista di “La voce umana” da Jean Cocteau attraverso le nuove tecnologie di uno smartphone al posto del vecchio e casalingo telefono con il filo. Dopo Lella Costa alle 22.30 il cantautore Daniele Silvestrini presenta i suoi più grandi successi, dal suo primo album d’esordio del 1994.

Dal 16 al 19 luglio, presso la sala conferenze Ex Tempio Santa Croce, Giorgio Vasta terrà “Tuoni, fulmini e saette”, un laboratorio sulla narrazione breve, per esplorare forme diverse di narrazioni brevi e brevissime, il racconto, l’epigramma, l’aforisma, il limerick, l’haiku, persino il tweet, e per scrivere e ragionare sulla propria scrittura.

Dal 17 al 19 luglio, presso l’Etoile Academy, Rossano Boscolo presenta “Un menù d’eccezione con i maestri chef Etoile”, un laboratorio di cucina breve dedicato ad antipasti e finger food, primi piatti e secondi piatti moderni, che ben si sposano con la brevità, la sintesi e la velocità che caratterizzano le nostre vite.

Giovedì 16 luglio presso l’Anfiteatro Parco Torre di Lavello dalle 18.30 alle 20 è in programma la Lectio Brevis con Sara Bentivegna  e Filippo La Porta “Il Tweet come aforisma di massa”, Michela Murgia “Scrittura “in suspu”: tentativi letterari di non morire didascalici, Christian Raimo “Contro lo storytelling”.

Sabato 18 luglio, sempre presso l’Anfiteatro Parco Torre di Lavello dalle 18.30 alle 20,00 è in programma la Lectio Brevis con Francesca Chiusaroli “+Lectio”, Teresa Ciabatti “Tommaso Pincio esiste davvero? E se sì, come?”, Roberto Cotroneo “I Social come patologia culturale”; Loredana Lipperini “+Lectio”, Marco Lodoli “La brevità è poetica”.

Venerdì 17 luglio presso l’Anfiteatro Parco Torre di Lavello dalle 18.30 alle 20,00 Maurizio Ferraris terrà la Lectio Magistralis sul web “Intelligenza collettiva o imbecillità di massa?”,

Infine sabato 18 luglio, presso la sala conferenze ex Tempio Santa Croce alle 17,00 Michele Mazza e Giulio Anselmi presentano il libro “Giornalismi nella rete. Per non essere sudditi di Facebook e Google”.

VEDI IL PROGRAMMA 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI