Disbec : Tester “Museo virtuale della Valle del Tevere”

Dopo il successo di “Diventa Tester del Museo Virtuale della Valle del Tevere” dei mesi scorsi, torna l’iniziativa che permetterà di visitare l’installazione virtuale basata sull’interazione naturale presso il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Il Museo Virtuale della Valle del Tevere narra infatti del fiume e del suo percorso lungo il territorio laziale da vari punti di vista: il contesto geo-morfologico, l’ecosistema, la vegetazione e l’insediamento umano nei secoli; la mitologia legata al fiume, la ritualità e l’iconografia; il paesaggio archeologico, letterario e naturalistico.
ll progetto, realizzato dal CNR ITABC grazie ad un finanziamento Arcus ed in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, la Società Geografica Italiana ed il Museo del Fiume di Nazzano, si configura come un sistema integrato di conoscenza, valorizzazione e comunicazione del paesaggio culturale della media Valle del Tevere, nell’area a Nord di Roma (in particolare nel tratto compreso tra il Monte Soratte e Fidene e tra Sacrofano a Palombara Sabina).
L’installazione consente al visitatore di esplorare quattro scenari virtuali, talvolta visionari e talvolta più realistici, inerenti i diversi aspetti della valle del Tevere, migrando da un avatar all’altro. E’ certamente adatta a tutte le tipologie e fasce di pubblico, dalle famiglie agli studenti, dai docenti ai bambini, in quanto tocca contenuti e modalità narrative diversificate.
Il Museo Virtuale della Valle del Tevere è infatti un progetto interdisciplinare in cui scienza tecnologia ed arte convergono nella sperimentazione di un nuovo linguaggio che segna il superamento dei tradizionali paradigmi della realtà virtuale per contaminarli con tecniche derivanti dal cinema, dai videogiochi, dall’arte digitale e dalla realtà aumentata.
A otto mesi dall’inaugurazione, è lecito chiedersi la reale efficacia comunicativa di tale progetto, la sua ultilità sociale, la capacità di veicolare messaggi culturali relativi alla terra che viviano, sentiamo e percorriamo quotidianamente.
E’ per questo che il Disbec ripropone ai suoi studenti varie giornate di valutazione per visitare il Museo Virtuale della Valle del Tevere presso Villa Giulia. Ciò che è richiesto di fare è semplice: visitare la sala che ospita l’installazione ed interagire con essa, diventando Tester per la valutazione del progetto. L’esperienza del Museo Virtuale della Valle del Tevere ha una durata di circa 20-30 minuti durante i quali si svolgeranno le attività di valutazione da parte del personale CNR.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI