A Civita Castellana un murale contro la violenza sulle donne

Un murale per lanciare un segnale forte e visibile affinché non ci siano mai più violenza e femminicidi. È l’iniziativa promossa dall’associazione Mafalda e le altre di Civita Castellana, in programma sabato 25 novembre dalle 11.30 presso il centro commerciale Marcantoni. Con la collaborazione della Sezione Soci Coop di Civita Castellana e il patrocinio del Comune, sarà realizzato un murale sulla parete esterna del
Museo della ceramica. Saranno rappresentate delle sagome femminili che si tengono per mano: da qui il titolo “Insieme contro la violenza”. Nel pomeriggio, presso le sale espositive del M.I.Ce., verrà proiettato il corto Uccisa in attesa di giudizio, con l’intervento dell’avv. Daniela Piunti, che sarà occasione di riflessioni e considerazioni a riguardo.

Mafalda e le altre è stata promotrice negli anni scorsi di altri eventi di sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne. Nel 25 novembre del 2014 venne realizzata un’istallazione presso il Parco Ivan Rossi, con nomi delle donne uccise da mariti, conviventi, fidanzati scritti in rosso su maglie appese, sagome umane a terra, drappi e scarpe rosse. L’8 marzo del 2015, sempre presso il centro commerciale Marcantoni, l’associazione realizzò un’opera provocatoria sulla condizione attuale del genere femminile, con centinaia di cartelloni appesi sui muri ognuno con una vignetta, una frase, una poesia, un racconto sulle donne. Il 25 novembre del 2015 Mafalda e le Altre presentò la ricerca “Il fenomeno della violenza sulle donne nella provincia di Viterbo” di Katiuscia Pacini e Francesca Tei. Sempre nel 2015, fu promotrice della realizzazione di Frammenti di Violenza. Nessun’altra, opera realizzata dai ragazzi del Liceo Artistico Midossi di Civita Castellana.

La foto è riferita al murale realizzato da un gruppo di donne di via dei Sardi nel quartiere san Lorenzo a Roma

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI