45° Equiraduno nazionale a San Pietro. Il Papa saluta la Federazione

Il 3 luglio i 250 cavalli del 45° Equiraduno Nazionale, insieme a quelli del Viaggio della Misericordia a cavallo, sono partiti da Tor di Quinto per arrivare, lungo le vie di Roma, in Vaticano. Grazie all’ottimo servizio delle forze dell’ordine di Roma Capitale la passeggiata, di cavalli e carrozze, non ha avuto nessun intoppo e ogni cavaliere è arrivato a pochi passa da Piazza San Pietro dove, poche ore più tardi, Papa Francesco ringrazierà ufficialmente la Federazione italiana turismo equestre e Trec Ante con queste parole durante l’Angelus.

“Ringrazio i soci della Federazione italiana turismo equestre venuti a cavallo”, ha detto Papa Francesco durante l’Angelus, “alcuni addirittura da Cracovia…”

Soddisfazione ed emozione per la rappresentanza Fitetrec Ante presente in Piazza san Pietro insieme a una parte di cavalieri stranieri del Viaggio della Misericordia a cavallo, insieme al presidente Federale Alessandro Silvestri che, giovedì in occasione di un’udienza straordinaria per il Giubileo, aveva stretto la mano al Pontefice insieme all’organizzatore del viaggio della Misericordia Riccardo Scorsone.

“Abbiamo consegnato a Francesco il logo della Via della Misericordia disegnato per questa iniziativa dal pittore Stefano Trotta. Era stato portato a Cracovia il 9 marzo scorso per essere benedetto da sua eminenza Mons. Stanislaw Dziwisz, Arcivescovo Metropolita di Cracovia e quindi riportato A Roma. Parlare con il Pontefice è stata l’emozione più grande della mia vita”, ha affermato il presidente Federale Silvestri. Riconoscimenti ai NOSTRI “capo tratta”Giampiero e Simone Magagnini, Augusto Casini e Luca Palombo per la tratta “Parchi dell’Alto Lazio e l’antica via Francigena.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI