Microblading: nuova pratica per infoltire e definire le sopracciglia

Cosa non si fa per uno sguardo WoW! Le sopracciglia sono tornate a essere le protagoniste sui volti riappropriandosi della capacità di dare carattere e di valorizzare lo sguardo. Per anni il il requisito indispensabile è stato quello di averle sempre più sottili, ma da qualche tempo, la moda vuole sopracciglia sempre più folte ma estremamente curate e definite. Come rimediare se fino a ora si era fatto uso delle pinzette e le sopracciglia, nel tempo, sono diventate sempre più rade? Matite appositamente studiate per le sopracciglia e prodotti ad hoc sono sicuramente una valida soluzione per infoltirle e riempire i buchi, ma se volete evitare di dover definire la forma delle vostre sopracciglia ogni mattina, la nuova tecnica si chiama: microblading.

Il microblading: cos’è e come viene eseguito
Il metodo è ancora poco conosciuto in Italia, è un’evoluzione del trucco permanente. La tecnica è sempre quella di inserire un pigmento sotto la pelle per disegnare le sopracciglia, ma il risultato è molto più preciso del vecchio tatuaggio. I peli, con questa pratica, vengono disegnati uno alla volta attraverso degli aghi sottilissimi imbevuti di inchiostro. Per ricostruire il sopracciglio, andando a infoltirlo e a coprire gli spazi vuoti, viene utilizzato un particolare strumento a forma di penna. La seduta dura circa due ore e dopo tre o quattro settimane va effettuato un ritocco per dare maggiore definizione.
Come i normali tatuaggi, anche in questo caso, con il trascorrere del tempo, il microblading potrebbe leggermente sbiadirsi ma può sempre essere ritoccato.

Quali sono i vantaggi del microblading?
Le sopracciglia con l’ausilio del particolare strumento utilizzato, vengono disegnate in maniera iperrealistica, ridandogli forma, volume e colore. Il risultato sarà molto naturale per la possibilità di scegliere la tonalità del pigmento che meglio si adatta alla carnagione e al colore naturale delle sopracciglia.

Come prolungare l’effetto
Basta seguire qualche semplice accorgimento. Prima cosa da fare è quella di non bagnare le sopracciglia nelle 48 ore successive al trattamento. Applicare una crema a base di vasellina per facilitare l’eliminazione delle crosticine che si formano prima che la pelle guarisce. E, per finire, evitare di strofinare frequentemente ed eccessivamente le sopracciglia.

Accorgimenti:
Dopo l’applicazione bisogna evitare l’esposizione al sole, la piscina, la sauna, i bagni turchi per almeno 10/15 giorni: per questo motivo sia il microblading sia il tatuaggio delle sopracciglia sono consigliati durante l’inverno.

Per il trattamento è consigliato affidarsi a un centro estetico specializzato in cui viene specificamente applicato il tipo di servizio.

Lo sapete che il trend delle sopracciglia folte e piene ha conquistato tantissimi uomini, ormai divenuti sicuramente più vanitosi del gentil sesso?

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI