Maltempo, Tarquinia chiede lo stato di calamità

«Abbiamo chiesto lo stato di calamità naturale». Lo comunica il sindaco Mauro Mazzola, per il fortissimo vento che ha martoriato il territorio di Tarquinia il 5 e il 6 marzo. «Il vento ha provocato lo scoperchiamento di tetti e la distruzione di fabbricati. – spiega il primo cittadino – Inoltre, ha causato la caduta di tantissimi alberi, provocando grandi disagi alla viabilità risolti grazie all’eccellente lavoro della Protezione Civile e della Polizia Locale. In queste ore stiano inoltre effettuando una serie di sopralluoghi presso il cimitero “San Lorenzo”, dove il vento ha abbattuto numerosi cipressi, per fare una stima dei danni».

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI