Chiara Bordi protagonista del progetto Superabile partecipa a Miss Italia 2018

Superabile sbarca a Miss Italia 2018. Il progetto ideato e fondato dal consigliere comunale bassanese Alfredo Boldorini, con il supporto di Alessandra Mosci, presidente della Compagni degli Etruschi, attraverso uno dei suoi protagonisti, Chiara Bordi (Lorenzo Costantini, 26enne di Vetralla fu il primo a portare la sua testimonianza a ottobre ai ragazzi dell’Itis di Bassano Romano del fiduciario Luca Tofani), sarà di scena allo storico concorso nazionale.
La patron Patrizia Mirigliani, infatti, dopo aver incontrato la 18enne (da compiere a settembre) ed aver appreso della sua incredibile storia personale (amputata sotto al ginocchio sinistro, in seguito ad un drammatico incidente stradale il 6 luglio 2013), ha acconsentito affinché Chiara potesse essere inserita nel lotto delle partecipanti al concorso per le selezioni regionali.
Soddisfazione è stata espressa dal team di SuperAbile per l’eccezionale epilogo sia – in generale – del progetto che personale, della 18enne giovane combattente di Tarquinia che, ammessa al quinto anno del liceo Classico dell’IISS “Vincenzo Cardarelli” della dirigente Laura Piroli (“è una notizia bellissima: faremo tutti il tifo per lei” ha dichiarato entusiasta la numero uno dell’istituto secondario) si mantiene gli studi come stagionale in un bar della splendida cittadina etrusca.
Un ringraziamento particolare, oltre, ovviamente, a Lorenzo Costantini – vera colonna portante di SuperAbile: fondamentale il suo contributo! -, Alessandra Mosci, a tutti quanti coloro i quali ci hanno consentito di arrivare fin qui, a tutti gli studenti, i dirigenti, professori e collaboratori scolastici, agli amministratori pubblici – lo vorrei estendere – ha aggiunto il consigliere comunale di Bassano Romano – a Chiara, al papà Sebastiano, alla mamma Emanuela e alla sorella Francesca i quali mi hanno concesso il privilegio di accompagnarla,nel quartier generale di Miss Italia a Roma. Un esperienza fantastica! Un sincero ringraziamento anche a Patrizia Mirigliani a cui devo molto per aver mostrato sentimenti di approvazione e di condivisione di questo nostro progetto, sottolineandone i valori fondanti, dimostrando sensibilità e partecipazione”.
“Si partecipa ad un concorso di bellezza per vincere – ha dichiarato ieri alla giornalista Sabrina Quartieri, firma di Leggo Chiara Bordi – ma il mio obiettivo principale è quello di dare un messaggio ai giovani affinché sappiano difendere la propria vita che – alcune volte – concede anche una seconda possibilità. La mia intenzione è trasmettere il mio coraggio ad un pubblico più vasto possibile poiché la mia esperienza dimostra che si può vivere la disabilità come una normalità, impegnandosi in uno sport, in una storia d’amore e perché no, in un concorso di bellezza”.
“Chiara Bordi – ha puntualizzato anche Patrizia Mirigliani, patron di Miss Italia – è un simbolo importante di speranza. Il nostro concorso promuove una bellezza senza confini e la disabilità è in questo caso sinonimo di una femminilità ferita e riscattata. Chiara, benvenuta a Miss Italia”.
Grande soddisfazione è stata espressa a casa Bordi anche per l’inaspettato e graditissimo in bocca al lupo formulato addirittura da Bebe Vio con una lettera pubblicata dal quotidiano Leggo indirizzata proprio alla 18enne di Tarquinia con parole di vivo apprezzamento per quanto fatto fino adesso dalla studentessa del Cardarelli.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI