AL Palarte “La fortuna con le effe maiuscola”

fortuna con la effe maiuscola

Volge al termine la rassegna teatrale del Fabrica Festival, che ha portato ad esibirsi sul palcoscenico del Teatro Tenda Palarte di Fabrica di Roma compagnie teatrali di tutta Italia. L’ultimo appuntamento è per domenica 29 marzo alle 17.30 quando a salire sul palco del Palarte sarà la Compagnia teatrale Masaniello di Torino con “La fortuna con le effe maiuscola” del grande Eduardo De Filippo ed Armando Curcio.

È una commedia in tre atti scritta nel 1942. La scena si apre in un misero appartamento ricavato nella parte più buia di un vecchio palazzo napoletano. In questo oscuro e promiscuo alloggio abita la famiglia Ruoppolo. Giovanni, la moglie Cristina e il loro figlio adottivo Erricuccio, vivono una vita di miseria e di stenti. Giovanni  cerca di affermare la propria dignità e si industria come può in mille iniziative che il più delle volte falliscono. Finalmente, un giorno, anche in casa Ruoppolo arriva inattesa la fortuna: spunta un’eredità milionaria. Giovanni è il destinatario di una grossa somma lasciatagli da suo fratello Federico da poco morto in America. Sta per diventare quindi molto ricco, ma purtroppo non è così semplice come sembra…

Con battute divertenti, gag e colpi di scena gli attori della Compagnia Masaniello di Torino offriranno al pubblico della Tuscia uno spettacolo divertente, frivolo e leggero. La Compagnia è nata nel 2000 a Torino dall’unione di un gruppo di persone fermamente legate fra di loro dall’amore per il teatro napoletano di Eduardo de Filippo. E’ infatti al grande autore partenopeo che il gruppo si ispira. Capeggiata da Alfonso Rinaldi, che cura anche la regia delle opere messe in scena, la Compagnia Masaniello è composta da oltre venti persone tra attori, attrici, tecnici e macchinisti, quasi tutti di origini campane o comunque meridionali, da tempo immigrati a Torino.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI