Viterbese giù di corda: è solo pari sul campo del Tuttocuoio

Tuttocuoio (4-3-1-2): Nocchi, Mulas (dall’82° Tiritiello), Picascia, Bachini, Falivena, Shekiladze (dall’86° Pellini), Tempesti, Masia (dal 65° Gelli), Caciagli, Berardi, Provenzano. In panchina: Cappellini, Zenuini, Merkaj, Tiritiello, Gremigni, Gelli, Siani, Serinelli, Frare, Pellini, Lo Porto. Allenatore: Luca Fiasconi.

Viterbese (3-5-2): Iannarilli, Dierna, Mallus, Celiento, Pandolfi, Marano (dal 46° Cenciarelli) , Cruciani, Cuffa (dal 70° Diop), Varutti, Neglia, Sforzini (dall’84° Bernardo). In panchina: Pini, Pacciardi, Scardala, Belcastro, Diop, Micheli, Paolelli, Bernardo, Fè, Cenciarelli, Ansini, Mazzolli. Allenatore: Giovanni Cornacchini.
Arbitro: Lorenzo Maggioni di Lecco.

Secondo round di Lega Pro per la Viterbese, che stasera ha affrontato il Tuttocuoio allo stadio “Ettore Mannucci” di Pontedera, ottenendo un altro pareggio contro un gruppo giovane e determinato, al termine di una gara lenta e poco avvincente.
La partita inizia e subito i padroni di casa si mostrano molto intraprendenti, puntando dritto alla porta difesa da Iannarilli e mettendo in seria difficoltà la difesa gialloblù. Contrariamente a quanto visto all’esordio in campionato contro la Cremonese, il team allenato da mister Cornacchini gioca contratto, chiudendosi spesso sulla difensiva e lasciando troppe iniziative agli avversari, che al 5° minuto sfiorano il goal del vantaggio. Al 21° minuto gli ospiti prendono coraggio e si portano in avanti con Pandolfi, che crossa e serve Sforzini in area, che però calcia male e spedisce la palla direttamente sul fondo. I ritmi di gara sono tutt’altro che palpitanti e il Tuttocuoio ne approfitta per gestire il possesso di palla, impostando ogni tanto qualche affondo con cui però non riesce a scalfire la muraglia laziale. Proprio allo scadere del primo tempo, i toscani si procurano la seconda occasione da goal con Provenzano, che imbeccato all’altezza del dischetto colpisce angolato, ma Iannarilli si tuffa e blocca la sfera. Rischia grosso poco prima del fischio arbitrale la Viterbese, che comunque riesce a rientrare negli spogliatoi mantenendo la parità, ma con la consapevolezza di dover cambiare atteggiamento durante la seconda metà dell’incontro per non continuare a subire la tattica avversaria.
Alla ripresa, mister Cornacchini prova a cambiare le carte in tavola, sostituendo Marano con Cenciarelli, ma la mossa non sembra modificare il trend della partita, con il Tuttocuoio davvero abile a tenere testa a un team sulla carta meglio equipaggiato. A 20 minuti dalla fine entra anche Diop al posto di Cuffa e la Viterbese varia il modulo, per cercare di vivacizzare il proprio gioco. Ma c’è poco da fare: i gialloblù sembrano la brutta copia della formazione vista domenica scorsa contro la blasonata Cremonese e i toscani ne approfittano per gestire con serenità un risultato tutto sommato comodo per la classifica. Addirittura al 77° minuto i padroni di casa divorano il campo e raggiungono l’area avversaria, sferrando un tiro che per miracolo viene intercettato da Celiento proprio sulla linea di porta, quando il portiere era già stato battuto. E’ l’ultimo sussulto di una gara davvero avida di emozioni, che termina 0 a 0 e che lascia qualche perplessità in casa gialloblù, in prospettiva della prossima sfida, fissata tra sette giorni allo stadio “Enrico Rocchi” contro la Racing Roma, uscita oggi vincente (1-0) dal match con il Prato.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI