l’Istituto ‘Francesco Orioli’ ha predisposto le attività per l’inclusione anno 2017-2018

E’ ormai operativo il piano delle attività per l’inclusione che l’Istituto ‘Francesco Orioli’ ha predisposto per l’anno 2017-2018.
L’inclusione è uno dei temi più trattati in questi ultimi anni, si rivolge agli alunni provenienti da altre scuole o da altri paesi, agli alunni con diversa abilità, L.104, a tutti quegli alunni Bes o Des con caratteristiche diverse, permanenti o transitorie, delineate all’interno della L.170.
La realtà è ormai varia, le fasi della crescita di un adolescente sono scandite da bisogni personali che vanno di volta in volta individuati, presi in carico e curati. Il solo obiettivo didattico non è sufficiente a formare la persona nella sua interezza e dunque nascono percorsi formativi e progetti integrati che coinvolgono tutti gli studenti dell’Istituto e li guidano nel loro comune e condiviso progetto di crescita. Si va anche oltre, si cerca infatti di orientare gli adolescenti e delineare con loro un coerente e individualizzato progetto di vita.
Le strategie a disposizione sono molte, gli spazi a disposizione sono in aumento, questo grazie alle relazioni con i Partners esterni che l’Istituto, nella persona della preside prof. Simonetta Pachella e dei numerosi docenti coinvolti, gestisce con grande attenzione.
Molto importante risulta essere l’esperienza di Alternanza scuola-lavoro che impegna i ragazzi in diverse aziende private, enti pubblici e iniziative del territorio.
Dal momento che l’Alternanza copre un periodo relativamente ridotto le attività per l’inclusione prevedono la copertura dell’intero anno scolastico con progetti annuali che offrono innumerevoli occasioni formative.
Uno dei più spendibili in campo lavorativo è risultato il Laboratorio di cucina che quest’anno si svolge con l’associazione ‘Amici di Galiana’ che mette a disposizione i propri ambienti per l’intero periodo dell’attività. I ragazzi imparano le basi delle attività culinarie, dal preparare alcuni semplici piatti all’allestimento e al servizio ai tavoli. Il momento più significativo che consente di avere la certezza del successo di questo progetto si ha al termine del percorso, quando le famiglie vengono invitate a partecipare all’evento conclusivo con degustazione pubblica.
Grande opportunità di recupero e inserimento attivo nella comunità scolastica è offerta dall’Orto didattico. Posizionato all’interno delle pertinenze della scuola presso la sede del Liceo Artistico, è puntualmente occasione di confronto con l’ambiente e la sua cura. Lo scorrere delle stagioni e le attività da esse scandite segnano un rapporto con la natura che richiede lo sviluppo di capacità di adattamento tali da tenere impegnati tutti, non solo i ragazzi, per un intero anno con lo scopo di vedere crescere le piante dell’orto nell’attesa che diano i propri frutti. A integrazione di questo percorso legato all’ambiente è operativo un altro progetto realizzato in collaborazione con il Boschetto dei Corbezzoli presso il quale si svolgono attività orientate all’ autonomia domestica e alla cura degli animali. Il giardino di Filippo offre poi un’ulteriore occasione di contatto con gli animali grazie alle attività di PetTherapy i cui principi si basano sull’utilizzo dello speciale rapporto che certe persone instaurano con gli animali. Questa esperienza vuole favorire il processo terapeutico volto a migliorare le condizioni psicofisiche dei destinatari, spesso condividendo le attività con l’intera classe di provenienza.
Nulla viene trascurato e dunque anche l’attività fisica sotto la supervisione degli istruttori federali di nuoto che accolgono gli studenti dell’Istituto’ Francesco Orioli’ ormai da anni e li guidano a una migliore percezione del proprio corpo e delle proprie potenzialità fisiche e mentali. Un’attività che in questo contesto ha un valore umano e educativo enorme che si legge nelle espressioni dei ragazzi quando si accingono ad andare in piscina con i loro borsoni accompagnati dai professori. Partner di questo collaudato progetto sono le Terme dei Papi di Viterbo. Al Bowling invece il gruppo classe si fa squadra e partecipa ai tornei spesso, portando a casa meritati trofei.
Un calendario denso di attività, un progetto ricco di sfumature quello gestito dal Prof. Mirko Ottoni che ogni anno rinnova la collaborazione con i numerosi partners locali. Proprio grazie a questo l’Istituto Superiore ‘Francesco Orioli’ si pone come principale interlocutore tra le famiglie dei ragazzi con diversa abilità e tutti quegli enti, aziende e associazioni del territorio che si mettono in gioco in nome dell’accoglienza aprendo le porte alla scuola e facendosi essi stessi promotori di percorsi educativi.
E’ certamente riconoscibile la professionalità dei docenti che accompagnano, sostengono e guidano i propri studenti all’interno di un meticoloso Piano Educativo Individuale, un vero e proprio progetto di preparazione alla vita autonoma. Un progetto ricco e complesso che è motivo di orgoglio per l’intera istituzione scolastica. Un progetto che è ormai punto di riferimento per molte famiglie dell’intera provincia di Viterbo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI