Estetica e lavoro: boom nel Lazio per unghie e tatuaggi, +8% a Viterbo

I numeri parlano di due settori in salute. Dalla Nails Art ai Tattoos domanda in crescita e offerta in continuo aumento con corsi di formazione ad hoc per lo svolgimento della professione

Nel mondo del lavoro c’è un settore che non sembra conoscere crisi: l’estetica e l’industria della bellezza. Secondo le ultime rilevazioni Unioncamere-Infocamere le imprese del settore sono cresciute in Italia del 4% negli ultimi cinque anni superando quota 153mila attività.

Sviluppo particolarmente sostenuto di queste imprese nelle province del Lazio: +10,3% a Frosinone, +10% a Latina e +8% a Viterbo. A spiccare, però, tra le località su scala nazionale per crescita in valore assoluto delle attività nel settore benessere è il territorio di Roma e provincia dove si è registrato un vero e proprio boom. Nell’ultimo quinquennio sono quasi mille le nuove imprese dedicate al benessere che hanno visto la luce (997 per la precisione).

Tra le attività emergenti, da segnalare il comparto della ricostruzione unghie, seguendo un trend che su Roma, soltanto tra il 2013 e il 2015, ha visto aumentare di oltre il 27% i Nails Center.
Tra i settori in salute emerge anche il comparto Tattoos: un business che, secondo una recente indagine dell’Istituto Superiore di Sanità, rappresenta un mercato composto da più di 2.700 imprese e quasi 7 milioni di clienti.

Non ci si può però improvvisare e per svolgere al meglio le professioni in questione si richiede l’abilitazione necessaria all’avvio dell’attività rilasciata in base alle disposizioni regionali.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI