All’IC “L. Fantappié” di Viterbo la prima edizione del Giocatletica

Organizzata dalla Fidal Viterbo,presidente Sergio Burratti e promossa dalla Rete di scuole nell’ambito del progetto “Scuola – Movimento – Sport – Salute”, sostenuta dall’Ufficio Scolastico Provinciale, si è svolta ieri mattina presso il Campo Scuola di Viterbo la prima edizione del Giocatletica, competizione a squadre riservata alle classi prime degli Istituti di I grado. La manifestazione, con finalità esclusivamente promozionali, ha avuto il patrocinio del CONI Lazio, dall’Amministrazione provinciale, dalla ASL, dall’Ordine dei Medici, e della UIL Scuola di Viterbo.
Quattro le discipline (lancio del vortex, corsa veloce, salto in lungo e marcia) in cui i sono cimentate squadre composte dalle intere classi (dodici in tutto) con la perfetta integrazione di alunni con disabilità.
Ad aggiudicarsi il trofeo è stato l’IC “L. Fantappié” (peraltro scuola capofila della Rete “Scuola – Movimento – Sport – Salute” per gli istituti di I grado), che ha ottenuto il primo posto con la classe 1d e il terzo con la 1c.
Questa la classifica finale: 1) FANTAPPIE’ 1D – 2) BLERA- 3) CAPRANICA – 3) FANTAPPIE’ 1C – 5) EGIDI 1 B – 6) TUSCANIA 1D – 7) CARMINE – 8) VASANELLO – 9) TUSCANIA 1A – 10) EGIDI 1G – 11) XXV APRILE CIVITA CASTELLANA – 12) ELLERA/BAGNAIA
“Ringrazio le Scuole e i ragazzi che hanno dato vita a questa bellissima giornata di Sport – ha commentato al termine la professoressa Letizia Falcioni dell’Ufficio scolastico. Un grazie anche agli organizzatori, in particolare, il presidente Burratti e la professoressa Monica Condurelli della Fidal, il dottor Giuseppe Bagnato e la Misericordia di Viterbo che hanno assicurato l’assistenza medica e lo staff arbitrale costituito dalla professoressa Rossella Lodesani (Liceo Ginnasio “M. Buratti”), e dagli alunni arbitri: Andrea Perelli, Andrei Bulboaca e Leonardo Bargagli dell’ITT “L. da Vinci”; Annalisa Portoghesi e Elisabetta Luchetti del Liceo Ginnasio “M. Buratti”; Aurora Lorenzini dell’Ist. Mag. “Santa Rosa”; e Ludwig Schertel e Marco Paoloni dell’ITE “P. Savi” di Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI