Tarquinia, alla Roccaccia Si corre l’OCR Etruscan Race

La Roccaccia Tarquinia

Un ultimo, grande appuntamento in terra tarquiniese: il trofeo Lucio Loreti sta per vivere la sua tappa finale e lo fa con lo spettacolo e l’agonismo dell’OCR Etruscan Race, la corsa a ostacoli nel cuore dei boschi della Roccaccia (nella foto) che unisce la straordinarietà dei paesaggi naturali della Maremma con la sfida delle prove fisiche disseminate lungo il percorso.
Domenica 16 ottobre il centro aziendale dell’Università Agraria di Tarquinia sarà il centro nevralgico della seconda edizione dell’OCR tarquiniese che, dopo il successo dello scorso anno, rilancia con due appuntamenti: un percorso breve di 3,2 kilometri – quota di iscrizione 20 euro – e uno più lungo, con venti ostacoli seminati su 9,3 kilometri, per la cui iscrizione il prezzo è di 30 euro. Premiazioni per i primi tre assoluti uomini e donne di ciascuna delle due distanze, premi di categoria e medaglia ricordo per ogni partecipante, oltre a premi per i gruppi più numerosi.
Chiunque voglia iscriversi può farlo inviando una mail a asdetruscancastle@gmail.com allegando nominativo, certificato medico sportivo agonistico in corso di validità e la distinta del bonifica all’IBAN IT23W0306909606100000180670 causale ETRUSCAN RACE.
A margine della prova competitiva, una camminata di 6 km tra i sentieri della Roccaccia vedrà protagonisti curiosi e amanti del walking: ritrovo alle 8.30 al primo cancello del centro aziendale dell’Università Agraria per partire alle ore 8.50. L’iscrizione – contributo minimo di 5 euro – sarà totalmente devoluta all’ospedale di Tarquinia.
Al termine della mattinata, oltre alle premiazioni della gara, anche quelle finali del Trofeo Lucio Loreti, circuito tutto tarquiniese di gare, patrocinato dal Comune di Tarquinia, che ha compreso anche il Trail degli Etruschi e la 10km del Mare Nature Run: sarà premiato chiunque abbia completato le tre gare, oltre a riconoscimenti per gli atleti che si sono meglio piazzati nella classifica complessiva.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI