Rifiuti.Utilizzo di sacchi trasparenti e/o semitrasparenti.Un mese per adeguarsi, poi scatteranno le sanzioni

 Il sindaco Arena e l’assessore Micci: “Un’azione necessaria per responsabilizzare maggiormente gli utenti, contrastare errati conferimenti e agevolare i controlli del contenuto”
Utilizzo di sacchi trasparenti e/o semitrasparenti per i conferimenti del secco residuo (indifferenziata), multimateriale (plastica e metalli) e organico, c’è l’ordinanza del sindaco Arena. Le nuove disposizioni interessano sia le utenze domestiche, sia le non domestiche. Per adeguarsi alle nuove modalità ci sarà un mese di tempo, dopodiché scatteranno le sanzioni per errato conferimento. Nel dettaglio, questo quanto previsto dall’apposita ordinanza (n. 65 del 16/11/2021): i rifiuti della frazione multimateriale (plastica e metalli) e quella del secco residuo (indifferenziata) dovranno essere conferiti in sacchi trasparenti e/o semi-trasparenti. I rifiuti della frazione organica dovranno essere conferiti in sacchi biodegradabili, non neri. Non saranno ammessi conferimenti in sacchi di colore nero delle varie frazioni. Il conferimento in sacchetti neri potrà proseguire solo ed esclusivamente per i rifiuti igienici assorbenti, la cui raccolta sia stata attivata su richiesta e nelle modalità concordate, e/o di altri servizi a chiamata. Trascorsi trenta giorni naturali e consecutivi dalla pubblicazione della suddetta ordinanza, ovvero dal 18 novembre 2021, i rifiuti conferiti in buste non trasparenti e/o semi-trasparenti verranno trattati come errati conferimenti. A tal proposito, l’inosservanza al divieto dell’uso dei sacchi neri comporterà l’applicazione di una sanzione di importo che va da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro.
“Un’ordinanza emanata con precise finalità – ha sottolineato il sindaco Giovanni Maria Arena –: disincentivare abbandoni e contrastare errati conferimenti. A queste importanti motivazioni se ne aggiunge un’altra, legata all’emergenza pandemica in corso: la tipologia di sacchi trasparenti e/o semi-trasparenti consente di agevolare i controlli da parte degli operatori preposti, evitando l’apertura delle buste”.
“L’utilizzo di sacchi trasparenti e/o semitrasparenti – spiega l’assessore all’ambiente Elpidio Micci – contribuisce a una maggiore responsabilizzazione dei cittadini alla corretta effettuazione della raccolta differenziata, soprattutto di quelli che ancora oggi ignorano l’importanza di una corretta differenziazione dei rifiuti. Da non dimenticare che solo grazie a una corretta differenziazione dei rifiuti è possibile incrementare la percentuale complessiva di raccolta differenziata nel nostro comune”.
“Abbiamo concordato di dare un margine di tempo prima di far sanzionare i trasgressori – hanno concluso il sindaco Arena e l’assessore Micci -. Riteniamo che un mese sia sufficiente a fornire una corretta e capillare informazione all’utenza e al tempo stesso rappresenti un periodo piuttosto ampio per consentire ai cittadini di adeguarsi alle nuove modalità di conferimento”.
La versione integrale dell’ordinanza è consultabile sul sito istituzionale www.comune.viterbo.it sezione albo pretorio e nell’apposita sezione in homepage, dedicata ai rifiuti.
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI