Il Pellegrino con Massimo Wertmuller al Rivellino di Tuscania

Una Roma densa di umanità in una pièce di scritta e diretta da Pierpaolo Palladino, con Massimo Wermuller straordinario interprete e unico attore presente (sul palco, in penombra, anche la presenza discreta dei musicisti Pino Cangialosi, autore delle musiche, al fagotto e percussioni, e Fabio Battistelli al clarinetto).
A disposizione nient’altro che una sedia, Wertmuller mette in campo non solo tutta la sua presenza scenica e la sua capacità attoriale, ma anche una consumata abilità nel modulare la voce, nel ricreare toni e dialetti, per trasportarci in un vero e proprio pellegrinaggio tra la gente, i vicoli, le atmosfere della Roma di Pio VII.
Una comicità amara, velata di tristezza, quella che ci propone “Il Pellegrino”, che riesce a far venire fuori le ambiguità di una città che ha sempre vissuto un’insanabile dualità, nel suo essere insieme vitale e decadente, spensierata e malinconica, solare e tenebrosa, bigotta e libertina, nobile e popolare, rivoluzionaria e papalina, terribilmente violenta e incredibilmente tenera. Biglietteria:tel. 0761-4454250

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI