Minacce a immunologa Viola. Cittadini (Aiop): “Da no vax vile attacco a scienza e ricerca”

“Esprimo piena solidarietà e vicinanza all’immunologa Antonella Viola, vittima di vergognose minacce da parte di no vax per le sue posizioni a favore della vaccinazione dei bambini e ora costretta a vivere sotto scorta. Si tratta di un vile attacco alla scienza e alla ricerca, che inasprisce ulteriormente un clima di tensione che nel corso di questi due anni di pandemia ha alimentato scontri sociali irresponsabili e inaccettabili. Bisogna continuare con la campagna vaccinale avviata dal Governo, che sta contenendo gli effetti più gravi del Covid-19. Mi auguro che i responsabili di questo spregevole atto intimidatorio vengano presto identificati”. Così Barbara Cittadini, presidente di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, in merito alle minacce di morte ricevute dall’immunologa padovana Antonella Viola.

Press Office

Questo scrive la d.ssa Antonella Viola sul suo profilo fb.

Speravo di tenere la notizia sotto traccia ma, come avrete letto, non è stato possibile. Sì, confermo di aver ricevuto una busta contenente una lettera di minacce ed un proiettile. Mi si ordina di dire che i bambini non devono essere vaccinati o spareranno a me o alla mia famiglia. Questi sono i novax che sanno solo odiare, rifiutare logica e leggi, creare tensione e violenza. Sono ovviamente amareggiata perché ho speso gli ultimi 2 anni a servizio della collettività, senza risparmiarmi, sottraendo tempo alla mia famiglia e a me stessa. Sono incazzata con chi strizza l’occhio a certa gente, a chi mette in dubbio la nostra serietà e libertà da qualunque condizionamento. Ma continuerò a fare del mio meglio per dare voce alla scienza e parlare a chi vuole ascoltare. Sempre guidata da etica, responsabilità e amore“.

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI