Lo scrittore Piergiorgio Paterlini, autore del romanzo Bambinate, a Orte

Domenica 25 febbraio alle ore 17.00 PRESSO la libreria Il Gorilla e l’Alligatore di Orte (quartiere Petignano), lo scrittore Piergiorgio Paterlini, presenterà il libro di cui è autore, il romanzo Bambinate, pubblicato da Einaudi.

Metà anni Sessanta. È il Venerdì Santo in un paesino della Bassa Padana e, come da tradizione, si rappresenta la Via Crucis. Anche i personaggi sono quelli della tradizione: le Pie Donne, il Sommo Sacerdote, il Cireneo, la soldataglia. E Pilato. I protagonisti, però, sono tutti bambini e nessuno di loro sta recitando, nemmeno il piccolo Cristo che viene trascinato sul Golgota. Gli adulti guardano, ma non vedono.
Cinquant’anni dopo, il ragazzo che allora era Pilato ritorna in paese. Tutto è rimasto come quel giorno, i cambiamenti hanno intaccato soltanto la superficie. I bambini feroci di un tempo sono ora uomini sconfitti e rancorosi, e quel povero Cristo invecchiato ha imparato a
portare la sua croce. La resa dei conti sarà crudele come allora fu spietato il gioco. Anche oggi è il giorno della Passione.

La ferocia dell’infanzia non conosce tempo, né confini. Ogni giorno è pronta a esplodere. Anche se a tutti fa comodo pensare sia per gioco, altro non è che il primo irrompere della violenza nella vita degli uomini. In questo romanzo asciutto e teso, Piergiorgio Paterlini torna ad affrontare le passioni dei ragazzi, nel loro tratto piú oscuro e inquietante. Un romanzo potente sul bullismo e sulla provincia, sulla ferocia dell’infanzia e sulla presenza assente degli adulti. Consigliato come lettura nelle scuole secondarie ai ragazzi dai sedici anni in su proprio per le tematiche affrontate.

«Un libro di battaglia culturale e civile che ci ricorda – anzi ci urla – che il percorso verso la responsabilità, verso l’empatia, verso la solidarietà con l’altro, è una salita tutta in contromano» (Alessandro Gilioli, «L’Espresso»).

Piergiorgio Paterlini (Castelnovo di Sotto, Reggio Emilia, 1954) ha pubblicato una ventina di libri, alcuni dei quali tradotti in Francia, Spagna, Olanda, Stati Uniti. Il suo long seller è Ragazzi che amano ragazzi (1991). Ha scritto un’«autobiografia a quattro mani» con Gianni Vattimo, Non Essere Dio (2006). Nel 2013 ha pubblicato, per Einaudi, Fisica quantistica della vita quotidiana. 101 microromanzi; nel 2014, I brutti antroccoli; nel 2015, Lasciate in pace Marcello e, nel 2017, Bambinate. Dopo aver abbandonato il giornalismo a tempo pieno, ha scritto programmi per Radiorai e per Raidue, Raitre e La7 e testi per il teatro (fra cui l’adattamento de La Califfa, di Alberto Bevilacqua). Ha sceneggiato il film Niente paura, presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2010. Oggi scrive per «la Repubblica» e per l’edizione online de «l’Espresso», dove tiene il blog d’autore «Le Nuvole».

Ingresso libero.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI