Il sindaco Giampieri al Cersaie di Bologna con le imprese civitoniche

Civita Castellana – In occasione della edizione 2021 della più importante mostra mercato internazionale per il settore ceramica e arredo bagno, il CERSAIE di Bologna, il sindaco Luca Giampieri, insieme al consigliere Massimiliano Carrisi, oggi era presente presso gli spazi espositivi della fiera per rendere omaggio all’imprenditoria del proprio territorio e per un saluto alle aziende civitoniche, una decina circa, che partecipano all’esposizione. “Civita Castellana è punto di riferimento del settore ceramico – ha dichiarato il primo cittadino -, il suo polo industriale produce il 60% del PIL dell’intera nostra provincia. E, nonostante la pandemia, il 2020 non ha compromesso la crescita del settore produttivo. Anzi, dopo un primo momento di mortificazione del mercato, registrato nei primi mesi dell’anno, c’è stata poi una rapida spinta che ha portato, fino al 2021, all’incremento della produzione e, di conseguenza, a uno sviluppo esponenziale delle vendite, sia in Italia che oltre confine. Questo ci fa ben sperare e che ci rende fieri e positivi”. “La qualità del design che contraddistingue il nostro distretto industriale, sia per la ceramica tout-court che per la parte arredo bagno, rappresenta un fiore all’occhiello sempre più considerato e riconosciuto a livello ormai globale – continua Giampieri -. Così come la capacità di investire nello sviluppo tecnologico e nella ricerca, per misure di confronto e crescita sempre più all’avanguardia e di livello internazionale. Tutto questo determina una prospettiva soddisfacente che lascia ben sperare di poter proseguire in ascesa. Essere stati in grado, in un periodo così complesso, non solo di crescere ma anche di riuscire a mantenere salda l’occupazione, con circa 2.500 addetti su circa 2.600 a livello nazionale per il settore, oltre 1.000 generati dall’indotto ed elevanti standard di sviluppo, rende francamente orgogliosi”.  Proprio ieri, inoltre, è stato approvato il decreto attuativo per il bonus idrico, molto atteso dalle aziende del distretto della ceramica di Civita Castellana. “Sebbene questo provvedimento sia arrivato con ritardo – ha commentato Giampieri -, permetterà di ricevere un contributo di mille euro per la sostituzione dei vecchi sanitari e rubinetti con quelli di ultima generazione, grazie ai quali verranno apportate significative limitazioni del flusso. Questo consentirà una riduzione degli sprechi, la salvaguardia del nostro patrimonio idrico e dunque anche un contenimento delle spese in bolletta per le famiglie. Le aziende del nostro polo sono da anni impegnate nel risparmio idrico con prodotti a basso consumo di acqua. Questa novità normativa rappresenterà un ottimo strumento a favore della salvaguardia dell’ambiente, delle risorse e del risparmio economico”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI