Fioccano le adesioni al concorso nazionale “Ramoscello d’Oro 2021”

Al tramontare di questo difficile anno solare che ha visto il dramma di migliaia di famiglie interessate dalla nota pandemia e di Paesi interi sconvolti dal dolore e dalla crisi economica, la vita continua e si colgono felici sprazzi di collaborazione affinché si riparta con slancio e determinazione.
Il Concorso Nazionale Oleario ”Ramoscello d’Oro 2021” rappresenta certamente un sicuro esempio di buona volontà e voglia di progredire in uno dei settori che maggiormente e meglio di altri rappresentano l’unicità nelle produzioni di qualità che il nostro Paese riesce a esprimere: l’olio extravergine d’oliva.
Lo hanno capito e hanno voluto sottolinearlo le Amministrazioni Comunali di Celleno (VT); di Maser (TV); di Chiusa Sclafani (PA) e di Palombara Sabina (RI) che insieme all’Associazione Nazionale dei Direttori di Mercati all’Ingrosso hanno conferito al Concorso Nazionale il patrocinio dei rispettivi territori.
Sono al contempo arrivati numerosi campioni di Olio Extravergine d’Oliva provenienti dalle provincie di Benevento, Vicenza, Viterbo, Lucca, Firenze, proprio a sottolineare la volontà di non perdersi nello sconforto sanitario ed economico ma con l’impegno, la speranza e l’orgoglio di ripartire con la forza e la capacità imprenditoriale che ci contraddistingue nel mondo.
Hanno dato conferma e sono attesi i campioni provenienti dalle provincie di Treviso, Rieti, Latina, l’Aquila, Bari, Piacenza, Palermo, Cosenza, Salerno mentre si nota chiaramente l’interesse che l’iniziativa ha suscitato agli organi di comunicazione nazionali.
La panel leader del Concorso Nazionale Oleario ”Ramoscello d’Oro 2021” Barbara Bartolacci ha manifestato la propria soddisfazione nel vedere una così convinta partecipazione di produttori, agriturismi, frantoiani ben distribuiti sul territorio nazionale a conferma della bontà e necessità di porre in essere un confronto e una competizione ben strutturata che possa mettere in luce il miglior risultato oleario del nostro Paese.
Non ci resta che attendere i prossimi giorni e i campioni dell’atteso Olio Extravergine d’Oliva dei territori cerasicoli d’Italia.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI