12.6 C
Viterbo
venerdì, maggio 24, 2024

Adriano e l’immagine dell’Egitto tra Villa Adriana, Roma e la Grecia, Curia Iulia

Adriano e l’immagine dell’Egitto
tra Villa Adriana, Roma e la Grecia

Martedì 9 aprile 2024, ore 16.30

Curia Iulia

saluti
Alfonsina Russo
Direttore del Parco archeologico del Colosseo

Andrea Bruciati
Direttore di Villa Adriana e Villa d’Este

 

intervengono
Zaccaria Mari
già Funzionario archeologo SABAP
per l’area metropolitana di Roma e per la provincia di Rieti
Anna Maria Reggiani
Direttore emerito per l’archeologia del Ministero della Cultura

L’allora Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, al fine di adeguare Villa Adriana ai livelli qualitativi richiesti dall’UNESCO – che nel 1999 aveva incluso il comprensorio nella lista del Patrimonio dell’Umanità-WHL – pianificò un ambizioso programma per offrire un’immagine più adeguata al contesto internazionale. Gli scavi e le ricerche si indirizzarono sui grandi edifici dell’intorno dell’Area archeologica, da sempre i meno noti. Tra i principali risultati si giunse nell’arco di circa un decennio alla scoperta del periplo stradale di accesso al Grande Vestibolo e al vicino complesso egittizzante denominato Antinoeion, all’altro sito “egizio” tradizionalmente noto come Palestra e al c.d. Tempio di Pluto. Oltre alla migliore conoscenza delle strutture architettoniche, insufficientemente rappresentate nelle piante storiche, ai preziosi reperti, soprattutto scultorei, tornati alla luce e alle decorazioni, gli scavi hanno costituito l’occasione per riconsiderare l’intera problematica dei luoghi egittizzanti della Villa, anche con i suoi addentellati a Roma e nel mondo greco, ove un ruolo preminente ebbe senza dubbio la figura di Antinoo.

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

09 Apr 2024

Ora

16:30

Luogo

Roma
Categoria