Capodanno: a Sidney è già Anno nuovo

Sidney

Il conto alla rovescia per lo scoccare della mezzanotte, è alle porte. E c’è chi sta già festeggiando l’anno nuovo, come Sidney e Dubai. Noi Italiani, siamo soliti salutare l’anno vecchio e attendere quello nuovo, mangiando cotechino e lenticchie, che si spera portino soldi e fortuna, facendo il conto alla rovescia verso la mezzanotte. Poi fuochi d’artificio e brindisi. Inoltre cè una prassi consueta: indossare qualcosa di rosso, magari nell’intimo, ed esiste il detto che <<chi si bacia a capodanno, si bacia tutto l’anno>>.

Ma sono tanti e tutte diversi, i tradizionali festeggiamenti del Capodanno nel Mondo. Ve ne raccontiamo qualcuno particolare.

In Giappone, dal  31 dicembre al 3 gennaio, festeggiano il Toshigami, divinità dell’anno nuovo; in questi giorni si ringraziano gli dei che proteggono i raccolti e si dà il benvenuto agli spiriti degli antenati. I giapponesi si preparano all’evento facendo le pulizie di casa e allo scoccare della mezzanotte, i campanili dei templi buddisti rintoccano per 108 volte.

In Spagna allo scoccare della mezzanotte, come tradizione, si mangiano 12 chicchi di uva: uno per ogni rintocco di campana dell’anno vecchio, per augurarsi abbondanza di cibo ‘l anno nuovo. Inoltre si è soliti mangiare Bunùelos, piccole sfogliatine ricoperte di zucchero.

In Brasile, a capodanno, ci si veste di giallo, il colore dell’oro, del sole e della luce e magari si balla a ritmo di samba. Inoltre, il capofamiglia, impugna un bicchiere pieno di vino e se lo butta alle spalle per allontanare la sfortuna dalla casa.

In Messico, per tutto il giorno dell’ultimo dell’anno, gli abitanti accendono e spengono un fuoco, gettandovi tra le fiamme mestoli di legno e pietre.

In Cina, il capodanno è noto come festa della Primavera, ma la data non corrisponde con la nostra; infatti può variare tra il 21 gennaio e il 19 febbraio. I festeggiamenti durano 15 giorni e terminano con la tradizionale festa delle lanterne; inoltre, per questa occasione ci si veste di rosso, colore che secondo una leggenda cinese impaurisce il mostro mitologico chiamato Nian. Per questo, i cinesi festeggiano il loro capodanno, con fuochi d’artificio, rumori, canti e danze, proprio per spaventare questo mostro che in antichità si pensava uscisse ogni 12 mesi dalla sua tana per divorare gli umani.

In Germania, a capodanno ci veste mascherati come per carnevale e si brinda con una bevanda a base di vino, cannella, chiodi di garofano, buccia di arancia e rum. Ai parenti e agli amici, si offrono noci, nocciole e uvetta; mentre nelle regioni protestanti si consuma l’aringa affumicata, che sembrerebbe un rimedio per far passare la sbornia.

In Inghilterra, per il tradizionale veglione di capodanno, si mangia il tacchino ripieno di castagne e il tradizionale Christmas Pudding, dolce al cucchiaio arricchito di monete d’argento. I sudditi della regina invece sono soliti divertirsi partecipando a giochi, quali il pescare con le mani la frutta secca che galleggia in un liquore infiammato, o saltare in un cerchio di 13 candele rosse disposte sul pavimenti senza spengerne una. I londinesi poi, si riuniscono intorno al Big Bang, che illuminato da fantastici fuochi d’artificio, a mezzanotte rintocca per ben 12 volte.

La Russia, addirittura, festeggia il capodanno ben due volte: il 31 dicembre come secondo il calendario Gregoriano e il 13 gennaio secondo il calendario Giuliano. Il  31 dicembre si attende la mezzanotte mangiando prugne secche ripiene di nocciole e ricoperte di panna acida.

Auguriamo a tutti una divertente serata per concludere l’anno 2014, e soprattutto un sereno 2015, con l’augurio che anche il vostro Capodanno possa esser speciale, e chissà, un pò bizzarro.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI