Angelelli: “Nuovo indirizzo di Agraria all’Istituto Midossi di Civita Castellana”

Il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli, interviene in merito all’apertura del nuovo indirizzo di Agraria assegnato all’Istituto Midossi di Civita Castellana.

“Non corrisponde al vero che l’indirizzo di Agraria concesso dalla Regione Lazio a Civita Castellana per l’anno scolastico 2017/2018 avrà la sua sede a Nepi  -dichiara il sindaco Angelelli – Questa è una forzatura scorretta che genererà confusione tra le famiglie dei ragazzi che stanno decidendo se mandare i propri figli in questa scuola. La Provincia di Viterbo prima e la Regione Lazio poi, con rispettiva delibera del consiglio provinciale e delibera di giunta regionale, hanno individuato la sede del nuovo indirizzo di agraria a Civita Castellana, ove esistono i plessi scolastici provinciali idonei ad accoglierlo e ove sono i laboratori adeguati al biennio.

Nel comune di Nepi invece non esiste alcuna struttura di proprietà provinciale. L’apertura della sede presso questo comune comporterebbe da un lato maggiori difficoltà a raggiungere la scuola da parte dei ragazzi della Provincia e dall’altro ulteriori ed anomali esborsi economici da parte di tutti gli enti interessati, a partire dalla Provincia fino allo stesso comune di Nepi, che sembra offrire risorse proprie per una funzione che non gli è attribuita dalla legge. Ricordo infatti che la competenza sul dimensionamento e la programmazione delle scuole superiori non è affatto di competenza dei comuni, bensì della Provincia e della Regione, che in base a razionalità e non a campanilismo decidono dove ubicare le scuole. La forzatura che si tenta di fare, quindi, sarebbe certamente contro la legge e pertanto non esiteremo ad impugnare tale ipotetico provvedimento dinanzi al Tar del Lazio e alla Procura della Corte dei Conti, al fine di ristabilire l’equità e la razionalità dell’utilizzo delle risorse pubbliche, nonché il rispetto delle decisioni assunte dal Consiglio Provinciale. E’ corretto che le famiglie sappiano che nessuna istituzione ha previsto che il nuovo indirizzo di agraria sia aperto a Nepi, bensì a Civita Castellana”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI