Alla Galleria Viva di Soriano nel Cimino una collettiva speciale di arte contemporanea

E’ una ripresa potente, nel post-Covid, volta a guardare lontano per la Galleria Viva di Soriano nel Cimino,  con gli eventi in contemporanea pronti dall’8 al 18 ottobre, in occasione della LIV Sagra delle Castagne.

Difatti nei locali di via Santa Maria, con la partecipazione di artisti di varie parti d’Italia, oltre a un selezionatissimo pool di pittori locali, verranno esposte circa 100 opere di piccolo formato, in soli 11 metri quadrati di superficie espositiva. Sarà una vera gioia degli occhi , per gli appassionati, i collezionisti, i turisti e gli ospiti. Sono pervenute per l’occasione lavori di Normanno Soscia, Patrizia Molinari, Gabriel Angelo, Enrico Quattrocchi, Kami, Giuseppe Rossi, Evandro Muti, Paolo Berti, Simone Martina, Alessandro Cignetti, e altri. In esclusiva, verranno presentate le sculture e i disegni di Enrico Iacovelli e Carlo Vincenti (Vescovi), storici artisti di Viterbo, ormai scomparsi, che hanno segnato il novecento nella cultura della Tuscia. Ci saranno infatti poche e introvabili loro opere scultoree e disegni, ormai rarissimi sul mercato.

Questa collettiva speciale è stata ideata per offrire un accesso all’arte contemporanea  di qualità, con un’offerta vantaggiosissima nel costo e a sostegno degli artisti in primis e dell’Associazione Culturale Premio Centro, che si prodiga nella  promozione di eventi e opere d’arte per tutto l’anno, in diverse realtà sociali e cittadine della Tuscia e oltre.

Vicino, al n. 24 sempre di via Santa Maria, in un locale attiguo, quattro minipersonali comporranno la Collettiva SGUARDI sui  due piani della location, con opere di Paolo Berti, Roberto Petitti, Kamì e Giuseppe Rossi.  La compagine artistica che lo compone interpreterà questa parola offrendo appunto visioni diverse del mondo, della terra, dell’emozione contenuta nella natura,o nei paesaggi, o nelle città e monumenti. Visioni ed interpretazioni oggettive che daranno vita ad un confronto tra i quattro autori, tutti diversi, tutti rivolti attentamente al trascorrere della vita di ciascuno dentro e fuori di sé, in un’analisi rara , esistenziale, soffusa od esplosiva.

Le sale espositive saranno aperte da venerdì 8 ottobre alle 18.00, giorno di apertura e dal mercoledì alla domenica fino al 18 ottobre 2021 dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI