Abav /La scultura di Papa Francesco, un’opera di Ivan Cusi a Palazzo dei Papi

750 anni fa, nel 1271, si concludeva il conclave più lungo della storia, aperto a Viterbo nel 1268.

Nell’ambito delle celebrazioni un evento davvero importante si terrà il 23 settembre, alle 18,30 nella prestigiosa  sala Alessandro IV di Palazzo dei Papi.

Alla presenza le massime autorità civili della città: il vescovo Lino Fumagalli benedirà la scultura in marmo di Carrara statuario, proveniente dalle famose cave Michelangelo, di Papa Francesco, opera realizzata dall’apprezzatissimo scultore Ivan Cusi, docente dell’Accademia di belle Arti di Viterbo.

Lo scultore per realizzare tale opera ha utilizzato una tecnica innovativa manuale, che riproduce in modo realistico il volto e l’espressione del Santo Padre. Si tratta infatti di una scultura nella scultura.

L’artista dopo avere realizzato la parte anatomica che dona la somiglianza attraverso i tendini, i muscoli e le ossa che sono sottostanti la pelle, ha poi provveduto a creare, in un secondo momento, l’anatomia della pelle. Tale portentoso risultato è il frutto di una eccezionale tecnica messa a punto dal professor Ivan Cusi di “testura della pelle”, cioè della tessitura della sua parte più superficiale che dona una veridicità ed una espressività all’opera, unica al mondo.

“Ancora una volta Abav si pone, anche grazie all’indiscusso prestigio del suo valente corpo docente, di cui il professor Ivan Cusi è una delle punte di diamante, di diritto al vertice delle Arti e della cultura in Italia e nel Mondo”, afferma con sincera soddisfazione il direttore dell’accademia Luigi Sepiacci.

Abav – Accademia di belle arti di Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI