Martina Caregaro: “Al Tennis Club, la mia seconda casa”

Martina Caregaro

A Viterbo dice di aver trovato la sua seconda casa. Martina Caregaro, 22 anni, giovane promessa del tennis italiano, è tesserata a Roma al circolo Parioli per la serie A, ma si allena quotidianamente al Tennis Club di Viterbo e nel capoluogo della Tuscia ormai vive dall’anno scorso. 

Domenica 23 novembre con la formazione del Tc Parioli sarà impegnata nella finale dello spareggio-salvezza contro il CT Albinea. Poi, passaporto alla mano, la destinazione è la Tunisia per un torneo da 10mila dollari a Sousse e poi ancora in Turchia. 

La Caregaro (445 posto nella classifica mondiale) è nata ad Aosta, ma già a 14 anni ha lasciato casa per andare a Como e coltivare in maniera più professionale la sua passione. Dalla Lombardia il passaggio è stato nella Capitale. A Roma si è allenata sino all’anno scorso, seguita da Francesco Elia e Silvia Farina, ma quando andava in trasferta, non aveva l’allenatore con sé ed è proprio durante un torneo all’estero che ha conosciuto Anna Floris, accompagnata da Paolo Ricci, ed è scattata la scintilla. Viterbo e la Val d’Aosta si sono avvicinate. Così Martina ha iniziato a portare il suo sorriso e la sua allegria nel campi del circolo viterbese e l’affiatamento con i ragazzi dell’agonismo è andato crescendo di giorno in giorno.

“Mi trovo meglio a Viterbo rispetto a Roma, probabilmente perché è una cittadina più piccola, simile ad Aosta, dove sono nata e cresciuta. E poi il fattore umano vuol dire molto, in questo circolo mi sento a casa. Ho un rapporto bellissimo anche con gli altri ragazzi”

In Tunisia sarà accompagnata da Gino D’Angelo e dalla preparatrice atletica Benedetta Strona. Ma tutti i giorni la Caregaro, dall’altra parte della rete, se la vede con Anna Floris, altra grande tennista (è stata 129 nella classifica mondiale) che ha scelto Viterbo come base.  “Con una donna c’è sicuramente una complicità maggiore, più confidenza, ma con questo team lavoro benissimo con tutti”.  

Se le si domanda con che spirito affronta questo viaggio, lei non ha dubbi nel rispondere “naturalmente con la voglia di dare il massimo. Vengo da un anno difficile per un problema al polso che spero di aver risolto e ora sono concentrata per avere buoni risultati”. E per il futuro ? “L’obiettivo è giocare sui campi veloci, avere maggiore confidenza con questa superficie, che ha Roma ho trascurato per la scarsità dei campi. Ora certamente ce la metto tutto e poi attendiamo i risultati, ma l’obiettivo è arrivare tra le prime cento giocatrici”.

Martina Caregaro Fb

[pp_gallery gallery_id=”12560″ width=”150″ height=”150″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI