Ztl Viterbo: entrata in funzione dei tre nuovi varchi nel Centro Storico

Ztl Centro Storico (CS), giovedì 18 gennaio l’entrata in funzione dei tre nuovi varchi elettronici nella zona medievale della città. A confermarlo sono il sindaco Leonardo Michelini e l’assessore alla viabilità e al traffico Alvaro Ricci che già nel pomeriggio di ieri avevano ipotizzato tale data. “Confermiamo l’attivazione dei nuovi varchi a partire da domani – ha spiegato l’assessore Ricci –. La nuova segnaletica è stata installata e di conseguenza, come già anticipato in questi giorni, da domani vedremo in funzione i nuovi dispositivi per il controllo degli accessi nella nuova zona a traffico limitato”. I varchi elettronici sono stati collocati all’inizio di via San Lorenzo (ingresso da piazza del Plebiscito), via Chigi (altezza via Sant’Antonio) e sul Ponte di Paradosso. Il nuovo settore interessa le seguenti vie e piazze: via e piazza San Lorenzo, via del Ganfione, via Chigi, via e piazza del Gesù, via dei Pellegrini, via dell’Ospedale, via del Ginnasio, via del Cimitero, via Vallecupa, piazza della Morte, via Pietra del Pesce, via Macel Maggiore, via e piazza San Carluccio, via Cardinal La Fontaine (tratto compreso da via San Lorenzo a via Annio), piazza Don Mario Gargiuli, via e piazza Santa Maria Nuova, via Fattungheri, via Crochi, via Baciadonne, via Zazzera, via Zelli Pazzaglia, piazza Padella, via del Fornaccio, via Romanelli. Da domani variazione di orario all’interno delle altre zone a traffico limitato già esistenti all’interno del centro storico della città. Nel nuovo settore “CS” la Ztl sarà attiva dalle 10,30 alle 13 e dalle 16 alle 20 di ogni giorno. Stessi orari anche negli altri settori della Ztl del centro storico del capoluogo, ma solo nei giorni feriali. “Possiamo procedere con la chiusura alle auto di un’altra zona del nostro bellissimo centro storico – ha sottolineato il sindaco Michelini -: un modo per vivere meglio la parte antica e monumentale della nostra città e al tempo stesso liberare il nostro centro dalle troppe macchine”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI