Volley A2. Il talento di Milan Peslac alla corte di Bruno Morganti

Giancarlo Guerra

Venti anni appena compiuti, nato in Serbia ma cresciuto in Italia, 1,96 cm. di altezza Milan Peslac sarà il palleggiatore del Tuscania Volley 2018/2019. Considerato uno dei migliori under 20 in Italia, Peslac viene da due anni di Superlega prima a Monza e, la scorsa stagione, a Padova dove è stato chiamato a sostituire in diverse occasioni niente meno che Dragan Travica (ex capitano e palleggiatore della nazionale ndr), comportandosi egregiamente e facendo registrare anche l’incredibile score di 5 muri contro Piacenza dei vari Fei, Clevenot, Baranowitz, cosa sicuramente non usuale per un palleggiatore, per di più di 20 anni.
Molti i club di serie A che avevano messo gli occhi su di lui, bruciati sul tempo dal Ds Cappelli che ha concluso l’operazione con il suo agente e con Verona (sua società di appartenenza) la quale ha voluto fortemente affidare il ragazzo al Tuscania Volley e alle sapienti mani di Bruno Morganti.
Cosa sai del Tuscania Volley, e cosa ti aspetti di trovare nel piccolo centro della Maremma laziale?
“Sono molto curioso di iniziare questo nuovo percorso in una città piccola ma sicuramente molto bella. Ho sentito parlare molto bene di questa società e di questa squadra ben strutturata ed organizzata quindi non vedo l’ora di conoscerla e di viverla a fondo”.

Conosci la Bolgia, una delle tifoserie più “calde” di tutto il volley italiano?
“Molti miei compagni ed ex compagni di squadra mi hanno parlato del tifo straordinario di questa città, non vedo l’ora di scendere in campo e di emozionarmi insieme a loro, speriamo ci sia una vero e proprio ‘pienone’ al palazzetto tutte le domeniche”.

Il tuo arrivo a Tuscania coincide con l’avvio di un nuovo ambizioso progetto affidato ad un coach come Bruno Morganti, esperto anche nel coltivare giovani talenti; progetto di cui tu dovrai essere una pedina fondamentale. Hai già avuto modo di conoscere il tuo nuovo allenatore?
“Per quanto riguarda il progetto sono molto contento della opportunità che mi è stata data, essere ‘una pedina fondamentale’ di questa squadra mi riempie di orgoglio. Bruno lo conosco ed è un allenatore molto bravo, sopratutto con i giovani e questo ci darà sicuramente una marcia in più”.

Hai disputato le ultime due stagioni in Superlega (Monza e Padova) dove hai avuto al tuo fianco uno dei mostri sacri del volley italiano, quel Dragan Travica ex capitano e palleggiatore della nazionale. Una straordinaria esperienza che ora potrai mettere a disposizione dei tuoi nuovi compagni.
“Sicuramente lavorare tutti i giorni in palestra con una persona come Dragan mi ha fatto crescere sia tecnicamente ma anche come atleta: insomma è stata un’annata importante. Ora, però, non vedo l’ora di iniziare a giocare per la Tuscania volley per tentare di raggiungere obbiettivi ambiziosi. Per i tifosi: vi aspetto tutti al palazzetto!”.

Ufficio Stampa Tuscania Volley: Giancarlo Guerra

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI