Viterbese a picco, sconfitta netta anche a Pistoia

Pistoiese (4-3-3): Feola, Priola, Finocchio (dal 66° Minotti), Benedetti, Colombo, Gyasi (dal 57° Rovini), Luperini (dall’80° Varano), Zanon, Hamlili, Piccoli Neuton, Guglielmotti. In panchina: Albertoni, Placido, Sammartino, Gargiulo, Boni, Rovini, Colombini, Proia, Minotti, Varano, Tomaselli. Allenatore: Gian Marco Remondina.

Viterbese (4-4-2): Iannarilli, Dierna, Cuffa, Diop, Bernardo, Ansini (dal 46° Marano), Neglia, Pandolfi (dal 31° Scardala dal 51° Mallus), Cardore, Varutti, Celiento. In panchina: Pini, Mallus, Pacciardi, Scardala, Invernizzi, Belcastro, Micheli, Fé, Cenciarelli, Corinti, Marano, Mazzoli. Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Arbitro: Antonio Giua di Olbia.

Reti: 88° Hamlili (PT), 90+5 Rovini (PT)

Nella quattordicesima giornata di Lega Pro (girone A), la Viterbese ha fatto scalo allo stadio “Marcello Melani”, dove oggi è andata a far visita alla Pistoiese, incassando la terza sconfitta conseutiva in campionato per 2 a 0, frutto di una prestazione scialba e di un periodo davvero cupo che negli 6 turni l’ha vista andare a segno solo due volte con altrettanti pareggi.
La partita inizia e subito i padroni di casa spingono il piede sull’acceleratore, tentando di sorprendere il team laziale. Al 14° minuto la Pistoiese si fa largo nell’area gialloblù e Colombo prova a battere Iannarilli con un tiro da distanza ravvicinata, che viene però deviato in corner da un difensore avversario. Al 29° minuto si registra la prima palla gol per la Viterbese con Diop lanciato in area di rigore, che trova una buona conlusione, ma viene intercettata dalla difesa toscana e dirottata in calcio d’angolo. Al 31° minuto mister Cornacchini è costretto a rimescolare le carte per l’infortunio alla spalla di Pandolfi, che viene sostituito da Scardala. Le due squadre si affrontano a viso aperto, impostando bene la manovra a centrocampo, ma entrambe non riescono a costruire azioni realmente pericolose in attacco. Al 44° minuto i toscani possono beneficiare di un calcio di punizione da ottima posizione, batte Colombo e manda sopra la traversa. E proprio allo scadere del primo tempo, la Viterbese rischia moltissimo su un cross partito dalla fascia sinistra e indirizzato verso la porta, che trova prima la respinta di Celiento sulla linea e poi la stoppata di Iannarilli. Le formazioni rientrano negli spogliatoi in perfetta parità, un risultato che tutto sommato rispecchia i valori espressi in campo e lascia apertissima la gara nella seconda parte.
Alla ripresa, gli ospiti cambiano modulo, passando dal 4-4-2 al 4-3-3 con l’ingresso in campo di Marano al posto di uno spento Ansini. La mossa non sembra però rivitalizzare il gioco dei gialloblù, che dopo pochi minuti sono costretti a rinunciare anche a Scardala, infortunato alla gamba sinistra e sostituito da Mallus. La Viterbese sul fronte offensivo è praticamente impalpabile, mentre i toscani sanno rendersi più pericolosi, provando a punire ogni svista della difesa avversaria con ripartenze veloci, specialmente sulla fascia destra. Negli ultimi dieci minuti la Pistoiese cerca in ogni modo di sbloccare il punteggio e all’81° minuto rischia di riuscirci con un tiro micidiale di Hamlili, fermato miracolosamente da Iannarilli. Il portiere gialloblù però non riesce a ripetersi all’88° minuto, quando un cross in area ispira il solito Hamlili, che di testa infila in rete, realizzando l’1 a 0. Come se non bastasse, gli ospiti restano in 10 uomini, a causa di un brutto fallo di Cuffa a scapito di Colombo, che costa al giocatore laziale l’espulsione diretta. La superiorità numerica galvanizza i padroni di casa, che su contropiede, quasi a cronometro fermo, con Rovini siglano il 2 a 0.
L’incontro termina con l’ennesimo ko netto per la Viterbese, che continua a perdere posizioni in classifica, scivolando all’ottavo posto, inchiodata ai soliti 20 punti. Un trend che inizia a destare qualche preoccupazione in casa gialloblù, soprattutto in prospettiva della sfida di domenica prossima, programmata allo stadio Enrico Rocchi contro la Carrarese, che oggi è stata battuta dalla capolista Alessandria per 2 a 1 e orbita a quota 17 in graduatoria.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI