Viterbese ko anche a Lucca: è crisi di risultati

Lucchese (3-4-1-2): Nobile, Maini, Merlonghi (dall’89° Ballardini), Forte, Fanucchi (dal 69° Terrani), Nolè, Bruccini, Espeche, Cecchini, De Feo (dal 77° Gargiulo), Dermaku. In panchina: Di Masi, Melli, Bagatini, Florio, Mingazzini, Terrani, Fratini, Ballardini, Bragadin, Gargiulo, Zecchinato, De Martino. Allenatore: Giuseppe Galderisi.

Viterbese (4-3-3): Iannarilli, Cruciani (dal 55° Marano), Dierna, Scardala, Cuffa, Invernizzi, Diop, Cenciarelli, Neglia, Pandolfi, Varutti (dall’89° Pacciardi) . In panchina: Pini, Pacciardi, Micheli, Paolelli, Fè, Ansini, Corinti, Cardore, Marano, Mazzoli. Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Arbitro: Andrea Capone di Palermo.

Reti: 28° De Feo (L), 83° Diop (V), 87° rig. Terrani (L).

 

Il 12mo turno di andata della Lega Pro (girone A) ha portato la Viterbese allo stadio “Porta Elisa” di Lucca, dove i gialloblù, sono stati battuti per 2 a 1, prolungando la fase negativa che li ha visti uscire dalla Coppa Italia contro il Siena mercoledì scorso e rastrellare appena 2 punti in 4 turni di campionato.

La partita inizia e gli ospiti si mostrano subito intraprendenti in attacco con Neglia, che al 4° minuto riceve un buon assist al limite dell’area, ma spara alto sopra la traversa. La Lucchese non si lascia intimorire gestendo bene il possesso di palla, soprattutto a centrocampo, e all’11mo minuto dalla fascia sinistra scatta una bella azione di Cecchini, che guadagna spazio e trova libero Fanucchi, che si gira bene verso la porta ma trova la parata in due tempi di Iannarilli. Al 16mo minuto è di nuovo la Viterbese a impostare la manovra offensiva con Pandolfi, che dalla destra calibra un cross preciso per Diop, che schiaccia la palla di testa verso il palo, ma trova la risposta di Nobile. I laziali continuano a spingere in avanti, ma al 28° minuto un errore imperdonabile di Invernizzi, che sbaglia un retropassaggio sulla tre quarti di campo avversaria e innesca il contropiede dei rossoneri: la difesa lancia la corsa di De Feo, che si ritrova da solo di fronte al portiere e lo batte, portando in vantaggio la Lucchese per 1 a 0. La Viterbese accusa il colpo e rischia di subire anche il raddoppio, prima di ritrovare il proprio assetto tattico. Al 34° minuto i gialloblù hanno la clamorosa occasione di pareggiare: Invernizzi di testa impegna Nobile, che respinge e manda la palla direttamente sui piedi di Cruciani, che da ottima posizione calcia alle stelle. Al 38° minuto ci riprova Cruciani da un calcio di punizion battuto dai 25 metri, il giocatore tira forte e centrale e la sfera viene dirottata in corner. E’ l’ultima emozione della gara, prima del riposo negli spogliatoi.

Alla ripresa, i gialloblù tornano in campo con il coltello fra i denti e dopo pochi minuti trovano il guizzo giusto con Diop, che aggancia bene un passaggio di Invernizzi, però inciampa durante l’uscita del portiere avversario e anche se la palla arriva a Neglia che la mette in rete, l’arbitro annulla l’azione per fallo di simulazione di Diop, che viene anche ammonito. Gli ospiti continuano ad attaccare con insistenza e al 58° minuto Neglia prova da un calcio piazzato a bucare la rete difesa da Nobile, che però devia in corner e protegge il vantaggio. Al 73° Varutti lancia un traversone diretto in area per Marano, che centra lo specchio della porta, ma trova la deviazione di un difensore, che dirotta la palla sul palo. Al 75° minuto ancora un contropiede della Viterbese e Dermaku atterra Neglia al limite dell’area, rimediando il secondo cartellino giallo e costringendo la Lucchese a rimanere in 10 uomini per il resto dell’incontro. Un handicap che sembra fatale ai toscani, perché all’83° minuto Neglia dalla fascia destra imbecca Diop che in scivolata riporta il risultato sull’1 a 1. Il sollievo gialloblù dura pochissimo, perché all’87° minuto l’arbitro rileva un intervento irregolare in area di Pandolfi e assegna un rigore a favore dei padroni di casa. Si sistema sul dischetto Terrani, che con freddezza sigla il 2 a 1. I 4 minuti di recupero non bastano a ripristinare di nuovo il gap e gli uomini di mister Cornacchini sono costretti ad arrendersi ai toscani. Una brutta batosta per la Viterbese, che resta ferma a 20 punti in classifica, ancora in piena zona play-off, ma costretta a invertire il brutto trend dell’ultimo mese. A cominciare dalla sfida di domenica prossima allo stadio Enrico Rocchi contro l’Olbia, che oggi si è imposta sul Tuttocuoio per 1 a 0, salendo a quota 15 in graduatoria.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI