Veronica Guidozzi, pallavolista di Tarquinia con trascorsi in A1: ““Vorrei riprendere a giocare”

TARQUINIA – “Vorrei riprendere a giocare”. Veronica Guidozzi, centrale con trascorsi con la Vigor Volley Novara (A1) e nelle coppe europee, fresca mamma di tre gemellini, si confessa ai microfoni di SuperAbile Viterbo per le interviste estive al Bomber Beach.

Dopo l’esperienza da allenatrice, la 32enne di Tarquinia è decisa a scendere di nuovo in campo. “Valutando le offerte, la distanza e le esigenze familiari – ammette Veronica – mi piacerebbe riprendere a giocare. Sarei disponibile anche a scendere di categoria pur di rimanere in un raggio chilometrico accettabile. La nascita dei miei tre figli è stata una notizia fantastica per tutta la famiglia, ma ovviamente dobbiamo organizzarci bene insieme a mio marito Luca anche lui nel mondo della pallavolo come coach all’Assitec Sant’Elia. Con Luca nel periodo estivo ci dedichiamo anche al beach volley con la Tarkna ma a causa delle restrizioni imposte non possiamo praticarla liberamente in spiaggia: al momento infatti siamo alla Lanterna che, essendo un centro sportivo, con ingressi di soli tesserati, consente la pratica sportiva. Il Covid? Ci ha sfiorato. I bimbi fortunatamente sono nati il 20 febbraio e quindi siamo riusciti a uscire dall’ospedale giusto in tempo. Certo, in casa – specie nel periodo di lockdown – è stato molto faticoso, ma non sarei stata tranquilla sapendo di averli ancora in reparto”.

Ultimo pensiero per papà Massimo.

“Mio padre è scomparso recentemente e ha lasciato un vuoto enorme non solo in famiglia ma anche in paese dove era molto conosciuto per il suo impegno nello sport tarquiniese. E anzi, se ho raggiunto questi risultati, è anche merito suo che mi è stato sempre accanto non solo sostenendomi moralmente ma anche accompagnandomi in macchina da Tarquinia a Roma tutti i giorni per gli allenamenti”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI